18.3 C
Torino
venerdì, 12 Agosto 2022

La Juventus e l’Allegri-bis

Più letti

Nuova Società - sponsor

Il ritorno dell’allenatore livornese sulla panchina bianconera

Due mesi di calcio giocato ancora e il destino sportivo di Pirlo si compirà definitivamente: l’attuale allenatore della Juventus a giugno dovrà cercare un’altra panchina su cui sedersi dopo solo una stagione bianconera. Se provare a cambiare il destino è un qualcosa che agli uomini non è concesso fare, per Pirlo ciò risulta ancor più vero dopo che il 2021 ha visto lui e la sua Juventus non protagonisti in Champions League e non protagonisti in Serie A. Uscire in Europa contro il modesto Porto e uscire dalla lotta scudetto anzitempo ha segnato, come è ovvio, il destino sportivo di Andrea Pirlo; le possibilità che venga riconfermato per la prossima stagione sono pari allo 0%. Pari al 100%, o al 90% per essere più obiettivi, sono le possibilità di un ritorno del mai dimenticato Allegri sulla panchina della Juventus. 

Una squadra finalmente quadrata 

Con Allegri, che sostituirà quasi sicuramente Pirlo, che non ha per nulla convinto in questa stagione, la Juventus tornerà a essere quella squadra quadrata in grado di primeggiare facilmente in Italia come era solita fare ai tempi in cui il mister livornese sedeva sulla panchina bianconera. Un suo ritorno modificherà completamente le quote calcio che daranno la Juventus, e non più l’Inter, quale favorita per la vittoria dello scudetto. Tutto questo è abbastanza normale visto che con il livornese in panchina la Juventus ha sempre dimostrato di essere imperforabile in difesa, insuperabile a centrocampo e letale davanti, giocando un calcio concreto ed essenziale. Se gli esteti del calcio storceranno il naso alla notizia del probabilissimo ritorno di Allegri in bianconero, gli scommettitori saranno invece al settimo cielo perché con Allegri la Juventus tornerà a essere una certezza, una squadra su cui puntare perché capace di regalare soddisfazioni. L’Inter di Conte il prossimo anno dovrà dunque stare molto attenta? 

Una temibile avversaria per l’Inter di Conte

Sì, l’Inter di Conte dovrà stare molto attenta perché la Juventus di Allegri farà di tutto per metterle i bastoni tra le ruote in campionato il prossimo anno. Di più: è probabile che i bianconeri diretti dell’allenatore livornese saranno i veri favoriti per lo scudetto 2021-2022. Perché? Perché con Allegri la Juventus non perderà mai con il Benevento e non pareggerà mai contro il Torino, ma si sbarazzerà di queste e altre squadre mettendo in mostra una superiorità derivante dalla convinzione nei propri mezzi! Questa cosa con Pirlo è mancata, ed è uno dei motivi, oltre ai pessimi risultati ottenuti, per cui l’ex regista davanti alla difesa più forte di tutti i tempi saluterà la Juventus a fine stagione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano