2.5 C
Torino
sabato, 24 Febbraio 2024

Si vota su bigenitorialità e gioco patologico, la maggioranza diserta l’aula del Consiglio Regionale

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Annullata la seduta del Consiglio regionale del Piemonte. Dopo avere constatato per due volte a distanza di mezz’ora la mancanza del numero legale, il presidente Stefano Allasia ha sconvocato l’Assemblea.
All’ordine del giorno figurava l’esame di alcune proposte di legge, che spaziano dal patrimonio geologico al registro di bigenitorialità per i minori con genitori separati, fino al codice delle assicurazioni, ma anche due proposte delle minoranze per tornare a contrastare con più efficacia il gioco d’azzardo patologico.

“Figuraccia imbarazzante del centrodestra in Consiglio regionale, dove la seduta di oggi è stata sconvocata a causa dei consiglieri fannulloni. Alcuni esponenti di maggioranza non si sono presentati, ed è mancato due volte il numero legale”. Così la capogruppo M5s in Regione, Sarah Disabato, con i consiglieri Sean Sacco e Ivano Martinetti.
“E’ stato un atto irresponsabile dei consiglieri di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia – affermano i pentastellati – che dimostrano di preoccuparsi più della campagna elettorale che dei problemi delle persone. Il Consiglio regionale è il luogo in cui discutiamo e portiamo a casa provvedimenti che incidono sulla vita dei cittadini: disertare la seduta vuole dire comportarsi da fannulloni, mancando di rispetto alle forze politiche presenti in Aula e soprattutto alle famiglie piemontesi”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano