27.5 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Europei 2024, la Francia è ancora la grande favorita per la vittoria finale?

Più letti

Nuova Società - sponsor

Debutteranno con Germania Scozia, pronti a diventare l’appuntamento imperdibile dell’estate calcistica, in attesa dell’inizio della prossima stagione. I campionati Europei 2024 entrano nel vivo con una 17a edizione che si prospetta più combattuta che mai visto che sono diverse le nazionali che possono contendersi il titolo.

La favorita assoluta rimane la Francia di Deschamps, con Mbappé gasato dal trasferimento inseguito da anni al Real Madrid ma non solo, una rosa completissima e in equilibrio tra giovani talenti e vecchie certezze. Rabiot e compagni si sono qualificati con 7 vittorie ed un pareggio nel girone di qualificazione, e il gruppo D con Olanda, Austria e Polonia non è proibitivo per le ambizioni dei Bleus.

Su sponda azzurra, invece, l’Italia si presenta ai nastri di partenza contro l’Albania e con il compito di difendere il titolo conquistato nel 2021, nonostante un ricambio generazionale che ha cambiato faccia all’azzurro. Senza Zaniolo infortunato, e con Locatelli e Immobile non convocati, Spalletti ha fatto le sue scelte e proverà a ritrovare la stessa alchimia del gruppo che salì sul tetto d’Europa a Wembley con Mancini.

Occhio poi all’Inghilterra, all’inseguimento di un titolo che manca dal lontano 1966, che punterà forte sull’estro di Bellingham e le reti pesanti di Kane, centravanti che ha dimostrato tutto il suo valore anche in Bundesliga al Bayern. E il girone con Slovenia, Danimarca e Serbia non fa paura. Impossibile trascurare la Germania qualificata di diritto in quanto Paese ospitante, per la terza volta nella storia.

La Spagna di De La Fuente non avrà la forza travolgente di qualche anno fa ma rimane una delle formazioni più complete della competizione. E in ultima battuta ci sono le squadre rivelazione come Croazia (che debutterà proprio contro la Spagna), una Scozia protagonista di un girone di qualificazione irresistibile e l’Olanda, nonostante gli infortuni di De Jong, Brobbey e Koopmeiners.

Le 24 formazioni scenderanno in campo dal 14 giugno al 14 luglio negli stadi di 10 città tedesche, con Georgia, Ucraina e Polonia ultime a completare la spedizione in quanto vincitrici degli spareggi. Qualificazione automatica invece per le prime e le seconde classificate nei rispettivi gironi. L’Italia si è piazzata al secondo posto del gruppo C alle spalle dell’Inghilterra, con gli stessi punti dell’Ucraina (ma avanti per scontro diretto e differenza reti), Macedonia del Nord e Malta. Per tutti i pronostici sugli Europei si possono seguire le partite con statistiche sempre aggiornate, quote e notizie in tempo reale su Wincomparator.

Girone per nulla scontato per gli azzurri che debutteranno contro l’Albania e poi se la vedranno con Spagna e Croazia, due formazioni che puntano ad arrivare fino in fondo alla competizione, ma Spalletti garantisce per un gruppo giovane ma coeso. Sono stati esclusi all’ultimo Provedel, Ricci e Orsolini per ufficializzare la lista definitiva dei 26 che vede nomi a sorpresa come lo juventino Fagioli, Folorunsho del Verona, e in attacco El Shaarawy, Raspadori e Zaccagni.

Si qualificano agli ottavi di finale le prime due squadre classificate di ogni gruppo, più le quattro migliori squadre terze classificate. Le prime tre giornate dei gironi sono in programma dal 14 al 26 giugno, poi la fase ad eliminazione diretta fino alla finalissima di Berlino prevista il 14 luglio.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano