14.7 C
Torino
domenica, 23 Giugno 2024

Vacanze e pacchetti all inclusive: cos’è veramente incluso?

Più letti

Nuova Società - sponsor

Il sole e il gran caldo ci fanno desiderare un’unica cosa: le vacanze. I più organizzati le avranno prenotate mesi e mesi fa, mentre altri saranno ancora alla ricerca di qualcosa da fare e di location last minute per godersi qualche giorno di riposo. E perché allora non scegliere una vacanza “tutto incluso” all’insegna del vero relax? 

I pacchetti all-inclusive sono un’opzione comoda, veloce e che evita lo stress di pianificare in autonomia. Ma cos’è esattamente una vacanza all-inclusive? Si tratta di una proposta di viaggio che include diversi servizi: dal trasporto (voli inclusi) alla sistemazione, fino ai pasti e all’intrattenimento, il tutto acquistabile tramite un’unica piattaforma. 

Ma è davvero tutto incluso? Per non incappare in sorprese spiacevoli al check-out e finire per sentirsi truffati in vacanza, è sempre meglio leggere per bene i contratti e prestare attenzione soprattutto ai virgolettati, gli asterischi e le note in piccolo, come consiglia la vice presidente della Federconsumatori. Quando si parla di all-inclusive, una delle voci principali è, di fatto, la tessera, ovvero la club card necessaria ad accedere a tutti i servizi offerti nel pacchetto. 

Dalle bevande e i tour, ai trasporti e il parcheggio: cosa controllare prima di acquistare un pacchetto?

Prima di prenotare la vacanza “tutto incluso”, sia essa in un villaggio, in un resort o a bordo di una crociera, è sempre bene controllare che le bevande siano incluse nei pasti. Questo non vale solo per il vino, i drink alcolici o le bevande analcoliche, ma anche per l’acqua, che laddove non inclusa può farvi incappare in costi extra esorbitanti alla fine della vacanza. Anche i caffè potrebbero essere esclusi dalla prenotazione o essere inclusi solo durante la colazione. Un aspetto certamente da non sottovalutare, soprattutto per poter usufruire liberamente dei servizi al bar durante la giornata, senza dover ricorrere alla tessera ricaricabile. 

Altri servizi spesso considerati costi extra dalle strutture e per questo non inclusi nei pacchetti all-inclusive, sono i parcheggi, gli ombrelloni e i lettini in spiaggia, le escursioni, le spa e i centri estetici. Non sempre i parcheggi sono gratis, spesso lo sono solo quelli incustoditi all’aperto. Stesso discorso vale per i lettini e gli ombrelloni sulla spiaggia della struttura, che potrebbero avere un costo extra giornaliero. La spa quasi è mai è inclusa nei pacchetti vacanze, così come le escursioni, i quali hanno costi a parte, generalmente anche elevati. 

Ecco perché la vice presidente della Federconsumatori raccomanda di leggere sempre con attenzione i termini e le condizioni di queste offerte. E chi ama giocare d’azzardo online sa quanto sia importante leggere sempre i T&C, soprattutto nell’ambito delle offerte bonus, come i giri gratis alle slot, promozioni per giocare gratis e testare le nostre slot preferite. In questo caso, piattaforme online indipendenti come VSO ci possono venire in aiuto, così da permetterci di scegliere le offerte migliori, i casinò con i giochi più divertenti, nonché offrirci consigli sul mondo delle slot e dei siti di gioco online.

Come risparmiare su questi costi nascosti e godersi la vacanza?

Oltre a leggere i contratti e i termini e le condizioni, è possibile evitare i costi extra o quanto meno ridurli prima ancora di preparare le valigie. Ad esempio, consultare la struttura dove si andrà ad alloggiare per chiedere informazioni relative al parcheggio o, nel caso di viaggio in aereo, affidarsi a soluzioni low cost nei pressi dell’aeroporto. Per ciò che riguarda le bevande, controllare che nel villaggio, sulla nave da crociera o nell’hotel siano disponibili dispenser d’acqua. Per i drink, invece, molti pacchetti permettono di aggiungere l’opzione open bar al momento della prenotazione, per avere accesso a bevande illimitate. 

Organizzare i tour in modo autonomo stabilendo itinerari prima ancora di partire oppure optare per tour indipendenti permette di ridurre notevolmente i costi della vacanza. Così come partecipare esclusivamente alle attività gratuite o incluse nel pacchetto. Inoltre, è bene verificare sempre che il costo delle mance sia incluso o se verrà addebitato sul conto alla fine della vacanza. Questo vale soprattutto per le crociere, in cui nella maggior parte dei casi sono obbligatorie. 

Se il prezzo dell’offerta iniziale sembra troppo basso, probabilmente ha diversi costi nascosti e voci extra. Leggere bene le condizioni associate all’offerta è fondamentale prima di firmare il contratto e, in caso di dubbi, contattare l’assistenza clienti per confermare se i servizi elencati siano inclusi o meno è sempre una buona mossa. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano