15.7 C
Torino
lunedì, 21 Settembre 2020

Olimpiadi, poteva andare meglio, ma anche peggio

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Presentato il masterplan CONI per le Olimpiadi 2026 della candidatura congiunta tra Torino, Milano e Cortina: poteva andare meglio, ma per come era messa la situazione politica a Torino poteva pure andare peggio.
Luci e ombre relative alla ricaduta potenziale per il nostro territorio delle scelte operate dal Coni nel distribuire le discipline tra i diversi siti.
A Torino arriverebbe l’hockey maschile e alcune discipline “veloci” del ghiaccio. Non arriva il pattinaggio di figura che va a Milano. Hockey e pattinaggio di figura in termini di ricaduta di immagine sono sicuramente le discipline più seguite dal grande pubblico. Soprattutto all’estero in molti paesi è più seguito l’hockey del calcio. Quindi sotto questo profilo bene, soprattutto verso Russia, USA e Canada.
A Sestriere vanno le discipline “tecniche” dello sci alpino. Anche qui, certamente quelle con più ritorno di immagine (e sponsor) tra le discipline sciistiche. Potrà essere un ottimo ritorno di immagine.
Resta invece piuttosto negativo per noi piemontesi il giudizio sulle scelte di dove collocare trampolino e bob che, andando altrove, pongono davvero il problema della riconversione degli impianti esistenti di Cesana e Pragelato.
Negativo per noi anche il fatto che il villaggio olimpico (che verrà poi riconvertito a residenze universitarie) vada a Milano. Quello era un punto davvero importante. La scelta del Coni ci penalizza ma è comprensibile anche perché qui è stato commesso un grave errore tecnico-politico nel proporre un’area privata, la Thyssen, nel dossier torinese. E come scelta il Coni ha privilegiato, giustamente, aree pubbliche.
Comunque del dossier avremo modo di discuterne nelle prossime settimane e magari capirne di più.
Poteva andare meglio? Sicuramente si. Ma teniamo presente che fino a meno di 24 ore fa la linea di Appendino e che era contenuta nella delibera approvata dal consiglio comunale grillino della Città prevedeva che non si dovesse neanche partecipare se c’erano anche Milano e Cortina. Quella linea ci avrebbe escluso del tutto consegnando la candidatura nelle mani di Milano e Cortina e fortunatamente Appendino è tornata sui suoi passi sconfessandola e dando la disponibilità di Torino.
Il risultato finale è questo. Poteva essere meglio, ma poteva non esserci proprio.
Quindi alla fine bene così.
Scritto da Stefano Lo Russo, capogruppo Pd in consiglio comunale a Torino

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Il Covid svela il segreto di Pulcinella: precariato usato, abusato, malpagato

L'emergenza Covid sbatte in faccia, a chi faceva finta di non vedere, l'uso e l'abuso del precariato nel mondo del lavoro che...

Recovery Fund e agricoltura, Carenini (Cia Piemonte): “Fondi per rilanciare il settore”

Agricoltura, patrimonio della nostra economia. Un settore che durante il lockdown non si è è fermato, e che oggi conta di poter...

Febbre a scuola, il Tar respinge il ricorso del Ministero contro l’ordinanza di Cirio

Il Tar del Piemonte non ha accolto la richiesta del Governo di una sospensiva d’urgenza in via monocratica per l’ordinanza della Regione...

No Tav, Dana Lauriola è stata arrestata. Tensione tra attivisti e polizia a Bussoleno

E' avvenuto questa mattina all'alba l'arresto di Dana Lauriola, storica attivista No Tav e militante del centro sociale Askatasuna, condannata a due...

RU 486, Appendino contro la Regione: “Becera propaganda sul corpo delle donne”

La sindaca di Torino Chiara Appendino interviene in merito alla proposta della giunta regionale del Piemonte di abolire la somministrazione della pillola...