14.2 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Moderati, dopo Moncalieri indiscrezioni dicono che anche per Torino 2021 Portas correrà con la Lega

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Le prossime amministrative a Moncalieri saranno il laboratorio per la nuova alchimia che vede i moderati di Portas, correre non con il PD e il centro sinistra, da considerarsi ormai ex alleati, ma con la Lega. Il passaggio successivo dopo Moncalieri potrebbe essere Torino 2021.

Il leader, nonché deputato, Giacomo Portas, ne avrebbe già parlato direttamente con Riccardo Molinari, presidente del gruppo della Lega a Montecitorio: insieme per conquistare Palazzo Civico a Torino, magari con un candidato del centro destra proveniente dalla società civile piuttosto che dai partiti.

Come detto Moncalieri come prova generale. Qui già a dicembre i Moderati avevano praticamente salutato Pd e compagni dopo che era stato deciso di candidare nuovamente Paolo Montagna. Inconcepibile secondo i Moderati, visto che il primo cittadino uscente aveva scelto la messa in prova per l’inchiesta che lo vedeva coinvolto per accesso abusivo ai servizi informatici. Da qui la decisione annunciata dal segretario moncalierese Abelio Viscomi di scortare il Carroccio.

Torino 2021 il prossimo esperimento: una notizia che sicuramente non farà piacere al Partito Democratico che con i Moderati, come detto, aveva stretto alleanza, fino a quando Portas (eletto proprio con il Pd) non aveva deciso di dare sostegno a Matteo Renzi e al suo Italia Viva.

E ora un ulteriore cambio di rotta. Almeno secondo indiscrezioni.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano