14.2 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Tav, Cisl in piazza senza bandiere

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

«L’ipotesi di una manifestazione di tutte le parti sociali, politiche, associative, a sostegno delle infrastrutture del territorio e della TAV/TAC in particolare, per il rilancio dell’economia locale e nazionale ci trova sicuramente d’accordo. Riteniamo però che la nostra disponibilità a manifestare con i propri simboli debba essere un processo concordato e condiviso. Pertanto nell’eventualità che il 17 marzo si svolga l’iniziativa indetta dalla società civile la CISL di Torino e Piemonte non intende delegare a nessuno la propria identità e ruolo sindacale esercitati in questi anni. In nome nella nostra autonomia, sindacale e decisionale, dai partiti o movimenti nascenti e esistenti, inviteremo i nostri iscritti, a parteciparvi a titolo personale».

Lo dichiarano i segretari torinese e piemontese della Cisl Domenico, Lo Bianco e Alessio Ferraris chiarendo la posizione della Cisl su una eventuale manifestazione a favore della Tav a Torino domenica prossima.

«Riteniamo utile riflettere – aggiungono i segretari Cisl Lo Bianco e Ferraris – su una eventuale dilazione dell’iniziativa del 17 marzo in modo da costruire un percorso condiviso e concordato liberamente tra tutti i soggetti sociali che intendono sostenere un processo di crescita e sviluppo del nostro territorio che passi anche attraverso la realizzazione delle infrastrutture necessarie all’economia globale. Se questo sarà possibile, la CISL è disponibile a sostenere iniziative anche più ampie di una manifestazione, dentro una cabina di regia che coordini gli eventi».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano