9.7 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

Sportivi pagati in Bitcoin e investitori in criptovalute

Più letti

Nuova Società - sponsor

Il 37enne attaccante David Barral è il primo calciatore della storia ad essere pagato in Bitcoin. Lo ha annunciato la sua nuova squadra, la Internacional de Madrid, un club di terza divisione del campionato spagnolo. Il pagamento sarà in criptovaluta grazie all’acquisto tramite conto corrente bancario o carta di credito che la squadra spagnola effettuerà. Barral ha giocato in passato anche nel Levante e nel Granada. Dopo la recente esperienza in Giappone nel Tokushima, è rientrato in Spagna prima nel Racing Santander e ora nell’Inter Madrid.

Lo stipendio di Barral è l’ultimo esempio che dimostra come anche nel mondo dello sport le criptovalute stanno acquistando interesse e valore. Pensiamo alle tante società sportive che hanno creato una loro moneta virtuale e dedicata ai tifosi che avranno così anche servizi premium. Nel mondo della Formula 1 invece importanti case automobilistiche come MacLaren e Aston Martin hanno tra gli sponsor aziendali anche quelli di partner specializzati nel commercio dei Bitcoin. 

O pensiamo anche alla super tennista statunitense Serena Williams che assiema al marito Alexis Ohanian ha investito ben 5 milioni di dollari in Bitcoin e ha finanziato un’app che consente di guadagnare Bitcoin quando si fanno acquisti nei negozi affiliati, attualmente oltre 1000 negli Stati Uniti. 

La stessa Williams ha dichiarato che si augura che i Bitcoin possano diventare più facilmente accessibili e spendibili e intende proseguire la sua missione per aiutare le monete virtuali. 

Nella stessa direzione si muove anche Bitcoin Compass un sito specializzato per aiutare tutti, anche i piccoli risparmiatori, ad accedere ai Bitcoin. Esso si basa su un algoritmo sofisticato che aiuta chi si iscriverà a valutare i propri investimenti sapendo fornire analisi di mercato accurate tenendo presenti e i dati storici e prevedendo i possibili sviluppi. Per il resto ognuno è libero di scegliere quanto investire e quanto rischiare. 

Chi lo ha già provato ha lasciato commenti e recensioni entusiastiche e la miglior dimostrazione è che continuano a usarlo. Per molti ha rappresentato la miglior soluzione per veder davvero accrescere i propri risparmi in modo sicuro e facile. 

Certo, il passo tanto sognato da Serena Williams e non solo, ovvero di poter pagare quotidianamente in Bitcoin, è forse ancora lungo da fare. Ma proprio l’attenzione che in tanti, e anche piccoli risparmiatori, riversano sul mondo delle criptovalute può essere un ottimo punto di partenza.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano