12 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Settimo torinese: rubano vitella, la legano a un palo e la sgozzano

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Orrore a Settimo Torinese, dove nella notte tra sabato e domenica una vitella di 350 chili è stata rubata dalla cascina Bellotto e legata un palo in un campo a fianco della pista ciclabile del Freidano. Qui l’animale è stato parzialmente scuoiato quando era ancora in vita e agonizzante. Poi probabilmente disturbato da qualche passante chi ha compiuto il gesto è fuggito e ha abbandonato la vitella morente, a poche centinaia di metri dalla stalla da cui è stata rapita. 

“Atti come questo sono inaccettabili, soprattutto per quanto riguarda la tutela e il benessere animale, anche se per deroga dovuta a rito in Italia è permessa la macellazione per sgozzamento senza stordimento (Halal e Kosher) che formalmente non differisce, se non per il furto e il taglio della gola effettuato in strada, dal tanto macabro spettacolo che è andato in scena a Settimo. Una questione morale che deve farci riflettere” ha dichiarato Gianluca Gavazza, consigliere regionale del territorio del gruppo Lega Salvini Piemonte e consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza di Palazzo Lascaris.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano