14.2 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

Scalapay è il primo unicorno italiano e dimostra che le esperienze di transazione economiche personalizzate sono essenziali per i consumatori

Più letti

Nuova Società - sponsor

Scalapay è un innovativo sistema di pagamento che in pochi anni è riuscito a imporsi sul mercato grazie a una geniale intuizione dei suoi due fondatori: l’italiano Simone Mancini e l’australiano di origini macedoni Johnny Mitrevski. Scalapay nasce nel 2019 e lo scorso febbraio è diventata la start up italiana che ha raccolto il maggior investimento di sempre: 497 milioni di dollari, in un round che ha visto in prima fila Tencent e Willoughby, società di investimenti rispettivamente cinese e americana. 

Questo risultato strepitoso si somma a quello ottenuto solo qualche mese prima, settembre 2021, quando Scalapay aveva raccolto investimenti per ulteriori 200 milioni di dollari. La società di Mancini e Mitrevski, che in poco più di un anno è passata da 80 a oltre 200 dipendenti, si candida a essere una realtà di riferimento nel panorama dei servizi buy now pay later, ovvero di quelle forme di pagamento rateale a breve termine e di solito senza interessi, che offrono ai propri clienti la possibilità di spalmare la somma dei propri acquisti in modo semplice e veloce. 

Sono sempre di più le soluzioni di pagamento che offrono metodi alternativi e completamente customizzabili. Una rivoluzione che ha coinvolto tantissimi settori, che sempre di più si concentrano sul voler costruire una relazione privilegiata con i propri clienti. Proprio il consumatore finale, infatti, è messo al centro di un rapporto privilegiato con l’obiettivo di trovare la soluzione migliore per tutte le parti coinvolte. In quest’ottica alcuni customer-first online casinos, hanno già ampiamente dato dimostrazione di come sia possibile ricorrere a transazioni economiche cucite quasi su misura per il cliente, mettendolo nelle condizioni di poter ricorrere al metodo di pagamento più conveniente e che lo faccia sentire maggiormente a suo agio.

Come funziona Scalapay

Allo stesso modo, anche il modello di business di Scalapay vuole mettere il cliente nelle condizioni di poter completare i propri acquisti con assoluta tranquillità. Il funzionamento della società che con l’ultimo round di finanziamenti è diventato il primo unicorno italiano, è molto semplice: negli store fisici e online affiliati, al momento dell’acquisto si può decidere di ricorrere a Scalapay per suddividere l’importo totale in tre rate distinte con scadenza mensile, senza nessun costo aggiuntivo. 

A quel punto, Scalapay procederà a concludere immediatamente il pagamento in favore del venditore e nello stesso momento addebiterà l’importo della prima rata al cliente. Le altre due rate saranno addebitate con scadenza mensile, rispettivamente dopo un mese e dopo due mesi dal giorno dell’acquisto.

Perché Scalapay è conveniente per chi compra

Scalapay non ha alcun costo per chi acquista nel caso che le rate siano saldate senza ritardi entro il termine prestabilito. In caso contrario Scalapay addebiterà delle commissioni secondo questo schema: al massimo 6 euro con il pagamento effettuato con oltre 24 ore di ritardo, ulteriori 6 euro se il saldo avviene con più di 9 giorni di ritardo, per una commissione di ritardo che può raggiungere al massimo la cifra di 12 euro. Da sottolineare come l’ammontare totale delle commissioni non può superare il 15% del valore del prestito erogato da Scalapay al cliente, che si calcola quindi sulla somma della seconda e della terza data.

Per venire ulteriormente incontro al cliente ed evitare che possa incorrere in ritardi o mancati pagamenti, Scalapay fornisce un servizio di alert che avvisa l’avvicinarsi della data di pagamento, in modo che l’acquirente sia nelle condizioni, per esempio, di ricaricare la propria carta ricaricabile con l’importo sufficiente a completare la transazione. Nel caso in cui per un qualsiasi motivo il pagamento automatico non vada a buon fine, Scalapay invia un’ulteriore comunicazione: se la transazione è completata entro le 24 ore successive alla data stabilita, non sono previste commissioni di costo per il cliente. 

Inoltre, nel caso in cui l’acquirente non sia nelle condizioni di poter saldare quanto richiesto per sopraggiunte difficoltà, può mettersi in contatto con il servizio di customer care di Scalapay per trovare una soluzione condivisa: un ulteriore segnale di come i servizi di questo tipo abbiamo maturato nel tempo un’attenzione particolare per l’utente finale.

Perché Scalapay è sicuro per i venditori

I vantaggi per i venditori che decidono di iniziare una partnership con Scalapay sono evidenti, soprattutto per quel che riguarda gli acquisti online. Il settore dell’e-commerce in Italia è in continua crescita anche grazie ai vantaggi fiscali in favore di molti giganti del settore e tutti i servizi che facilitano le transazioni economiche sono fattori positivi da tenere in grande considerazione. 

Senza dimenticare, poi, che Scalapay completa immediatamente il pagamento in una sola soluzione in favore del venditore, che quindi non ha nessuna preoccupazione. Il servizio è gestito da Stripe, società di riferimento in tutto il mondo per quel che riguarda i pagamenti online. Per il venditore, dunque, a conti fatti collaborare con Scalapay ha solo aspetti positivi perché da una parte il pagamento è assicurato e dall’altra si aumenta la predisposizione degli utenti all’acquisto.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano