14.1 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Salario minimo-giusta retribuzione, Laus (Pd): “Legge in tempi brevi o tanto vale andare a casa”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Susanna De Palma
Susanna De Palma
Laureata in Scienze Politiche. Giornalista professionista dal 2009. Fin dagli anni del liceo collabora con alcuni giornali locali torinesi, come la Voce del Popolo e Il Nostro Tempo. Dal 2005, pur mantenendo alcune collaborazioni, passa agli Uffici Stampa:Olimpiadi 2006, Giunta regionale, Ostensione della Sindone. Attualmente giornalista presso l'ufficio stampa del Consiglio regionale Piemonte.

«Tanto vale che andiamo a casa». Il senatore del Partito Democratico Mauro Laus non usa la punta di fioretto. Nessuna mezza parola. Lui non vuole indossare i panni della comparsa «Non lo mai fatto nella vita privata e tantomeno lo faccio in politica». A scatenare Laus il ritardo nell’inter che porta all’approvazione del disegno di legge che riguarda il salario minimo e la giusta retribuzione, una battaglia che l’esponente Dem ha a cuore dall’inizio del suo mandato. Anzi. Ancora prima della sua elezione, quando era in Regione Piemonte.

«È stata una battaglia – sottolinea Laus – trasversale a tutta la maggioranza, dal Pd-M5s a Italia Viva e Luv, seppur con posizioni leggermente diverse».

«Il non accelerare l’inter vuol dire essere dei truffaldini – aggiunge – In quanto membro della commissione lavoro al Senato chiederò di approvare in breve tempo la manovra. Se ciò non accadrà tanto vale andare a casa».

«Basta perdere tempo. Il disegno di legge “Salario minimo-giusta retribuzione” deve diventare legge. Questa maggioranza – conclude Mauro Laus – non ha più scuse».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano