19 C
Torino
sabato, 19 Settembre 2020

Pasquaretta restituisce i soldi? Quando la toppa è peggio del buco

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Portavoce della Sindaca Appendino, il sig. Luca Pasquaretta pare abbia deciso di restituire i 5.000 euro che si era già intascato per la “consulenza” al Presidente alla Fondazione per il Libro edizione 2017. Soldi che lui si era già preso a differenza delle altre centinaia di fornitori che attendono di essere pagati.
Il sig. Pasquaretta si è detto infatti “stupito” del clamore suscitato dalla vicenda che evidentemente trova “normale”. Certo, a suo modo ha ragione, infatti è assolutamente “normale” in questa amministrazione. Tanto è vero che la Sindaca Appendino l’ha pure difeso.
Ma se è tutto regolare, tutto legittimo come ha sostenuto la Sindaca e la consulenza da ben 80 ore è avvenuta fuori dall’orario di lavoro come autocertificato da Pasquaretta, che peraltro rivendica di aver lavorato per la consulenza “a testa bassa”, perché allora restituire i soldi?
Già, perché?
Abbiamo chiesto chiarimenti in aula lunedì scorso sull’intera vicenda ponendo cinque domande cui la Sindaca ha risposto solo in parte e comunque senza mai entrare nei dettagli come invece era doveroso e ci saremmo aspettati. E per questo torneremo in consiglio comunale con una interpellanza generale, già depositata, ponendo nuovamente i seguenti cinque quesiti:
1) sapeva di questa consulenza del suo capo ufficio stampa e se ne sa di altre;
2) in cosa è consistita questa “consulenza” e questo “supporto”;
3) se Luca Pasquaretta era regolarmente in servizio presso il Comune nei giorni tra il 16 e il 31 maggio e quindi quando avrebbe svolto realmente l’attività di consulenza;
4) in base a quale criterio lui è stato già pagato e gli altri centinaia di fornitori del Salone 2017 ancora no;
5) chi ha autorizzato l’incarico presso il Comune, chi ha conferito l’incarico in Fondazione, che ricordiamo è una partecipata del Comune, e chi ha controllato;
Vedremo se il tempo aiuterà la Sindaca a recuperare la memoria e le informazioni che abbiamo chiesto.
Scritto da Stefano Lo Russo, capogruppo Pd in consiglio comunale a Torino

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Il Covid svela il segreto di Pulcinella: precariato usato, abusato, malpagato

L'emergenza Covid sbatte in faccia, a chi faceva finta di non vedere, l'uso e l'abuso del precariato nel mondo del lavoro che...

Recovery Fund e agricoltura, Carenini (Cia Piemonte): “Fondi per rilanciare il settore”

Agricoltura, patrimonio della nostra economia. Un settore che durante il lockdown non si è è fermato, e che oggi conta di poter...

Febbre a scuola, il Tar respinge il ricorso del Ministero contro l’ordinanza di Cirio

Il Tar del Piemonte non ha accolto la richiesta del Governo di una sospensiva d’urgenza in via monocratica per l’ordinanza della Regione...

No Tav, Dana Lauriola è stata arrestata. Tensione tra attivisti e polizia a Bussoleno

E' avvenuto questa mattina all'alba l'arresto di Dana Lauriola, storica attivista No Tav e militante del centro sociale Askatasuna, condannata a due...

RU 486, Appendino contro la Regione: “Becera propaganda sul corpo delle donne”

La sindaca di Torino Chiara Appendino interviene in merito alla proposta della giunta regionale del Piemonte di abolire la somministrazione della pillola...