19.4 C
Torino
venerdì, 21 Giugno 2024

Lo Russo sponsorizza Ganelli, suo finanziatore in campagna elettorale, per la presidenza di Crt

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Si fanno sempre più insistenti le voci secondo cui Lo Russo si starebbe adoperando per fare ottenere una poltrona molto prestigiosa quale la presidenza della Fondazione CRT al notaio Andrea Ganelli, fedele sostenitore proprio dell’attuale sindaco.

Già nell’ottobre 2020 quando ancora Lo Russo era solo capogruppo di opposizione e il centrosinistra era in cerca di un candidato alle amministrative 2021 proprio Ganelli aveva firmato un articolo pubblicato su “La Stampa” dal titolo “A Torino serve un sindaco che abbia fatto la gavetta”.

Durante la campagna elettorale del 2021 invece sarà la società della moglie, La Galfer 73 Srl, a finanziare la lista “Lo Russo Sindaco” per migliaia di euro.

Non solo, Ganelli lo scorso anno quando era il momento di rinnovare le cariche di Iren si sarebbe interessato alle nomine inviando anche una lettera in cui si proponeva una concertazione sul nome. Allora il fatto è stato liquidato dal sindaco come una azione del tutto personale di Ganelli di cui il primo cittadino era all’oscuro. Ma ora proprio Lo Russo sarebbe partito all’attacco per aiutare il suo fedele alleato ad ottenere un posto in Crt, con tanto di visite all’attuale presidente Quaglia e ad altri notabili facendo proprio il nome di Ganelli.

Un fatto che non lascia indifferente il capogruppo del Movimento Cinque Stelle Andrea Russi che si domanda: “Considerato che stiamo parlando di un ruolo chiave nel mondo delle fondazioni bancarie dove occorrerebbe una figura di garanzia e super partes, se sia o meno opportuno che Lo Russo sostenga la candidatura di un suo sostenitore politico e finanziatore.

A qualcuno potrebbe sorgere il dubbio che le due cose possano essere collegate. Nulla di illegale, sia chiaro. Una semplice questione di opportunità. E per me non ci sono dubbi su cosa sarebbe più opportuno. Per fugare ogni dubbio, credo che Lo Russo e il notaio dovrebbero fare un passo indietro”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano