15.1 C
Torino
martedì, 28 Giugno 2022

L’Italia spinge sul digitale: Bonus Internet esteso ai professionisti

Più letti

Nuova Società - sponsor

Il governo italiano ha esteso il Bonus Internet anche alle partite IVA. Il 27 aprile 2022, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato un decreto ufficiale che prevede l’ampliamento della platea dei destinatari delle agevolazioni per la connessione di rete. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta, a chi è rivolto e come è possibile accedere.

Cos’è il Bonus Internet e a chi è rivolto

Il bonus per la connessione veloce è una misura adottata dal governo italiano per consentire alle famiglie che non dispongono di una connessione Internet di ottenere un sussidio per la sottoscrizione di un nuovo contratto di connettività che garantisca almeno 30 Mbps. 

Con il decreto emanato a fine aprile, questo incentivo è stato esteso anche ai professionisti per favorire la digitalizzazione delle aziende. Grazie a questa misura, possono beneficiare del bonus anche tutte le micro, piccole e medie imprese regolarmente iscritte al Registro delle Imprese e le persone fisiche titolari di partita IVA che esercitano una professione intellettuale in forma non organizzata di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4 (a ciascun beneficiario, identificato con partita IVA/Codice Fiscale impresa, potrà essere erogato un solo voucher).

Come funziona e come richiederlo

Con l’ampliamento della platea del Bonus Internet, anche tutte le imprese e i titolari di partita IVA a livello nazionale possono ricevere un contributo da 300 euro a 2.500 euro per il costo dell’abbonamento a Internet a velocità in download da 30 Mbit/s ad 1 Gbit/s (e superiori). 

In generale, il contributo che un’impresa o un professionista potrà ricevere varierà in base alle diverse caratteristiche di connettività e di step change (inteso incremento della velocità di connessione) rispetto alla connettività già presente in azienda. Ciò nonostante, la larghezza di banda minima garantita e la velocità massima di download sono i due parametri di prestazione che determinano le quattro tipologie di importo che un’azienda o una partita IVA potrà ricevere dal programma.

Ma come è possibile accedere a questo bonus? Basta fare una richiesta tramite i canali di vendita del proprio operatore di telecomunicazioni entro e non oltre il 15 dicembre 2022. Infatti, sarà possibile accedere al Bonus Internet fino a metà dicembre, a meno che non si verifichi un esaurimento delle risorse stanziate. Tuttavia, il termine fissato dal governo italiano potrebbe essere prorogato per un ulteriore anno, salvo disponibilità di risorse e valutazione positiva da parte della Commissione Europea. 

Questo bonus però non rappresenta l’unica soluzione per quelle imprese e per quei professionisti che intendono risparmiare sulla connessione. In concomitanza, si possono valutare le diverse soluzioni offerte dai gestori presenti sul mercato. Infatti, chiunque abbia un’azienda o una partita IVA e voglia un piano Internet ad hoc, potrebbe pensare di confrontare i diversi operatori e vedere se ci sono opzioni dedicate al proprio business. In questo modo, non solo ci si doterebbe di un piano pensato appositamente per un’impresa o un professionista, ma si andrebbe anche a risparmiare in maniera considerevole.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano