12.7 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Le ricerche hard più frequenti degli italiani

Più letti

Nuova Società - sponsor

Gli italiani non rinunciano all’eros, nonostante la diffusione del nuovo coronavirus. La necessità di rimanere in casa per ridurre il rischio di contagio, però, modifica le modalità con cui la passione tricolore viene espressa: dal classico corteggiamento a due, magari da concludere con una focosa notte di sesso, al divertimento virtuale. Crescono infatti sensibilmente gli accessi ai siti dedicati agli adulti e, in particolare, sui portali dedicati ai video e agli annunci. E Torino si presenta come la capitale tecnologica dello Stivale quando si parla di servizi online a tripla X: è proprio dal capoluogo piemontese che sembra provenire il maggior traffico.

I dati non mentono: diversi siti per adulti hanno confermato come lo scorso marzo, nel pieno dell’epidemia da coronavirus, sia aumentato sensibilmente il traffico proveniente dall’Italia: +24% rispetto allo stesso periodo di tempo di un anno fa. E le città del Nord, in particolare la provincia di Torino, sembrano essere responsabili della gran parte di questo aumento, forse perché proprio in questi luoghi (Lombardia e Piemonte) l’isolamento sociale è iniziato prima rispetto ad altre province.

Ma cosa cercano i torinesi in rete? Guardando le categorie più gettonate fra i vari siti per adulti, è la categoria amatoriale quella che sta facendo più adepti. Forse perché nell’immaginario comune rimanda a un incontro erotico possibile, a un’eventualità che potrebbe capitare a tutti, lontano dall’esagerazione di alcuni set hard. Seguono gli intramontabili filmati dedicati al sesso lesbo, una delle fantasie più diffuse fra gli uomini della provincia, così come la ricerca di contenuti a tema MILF: la categoria che negli ultimi anni sta ottenendo maggior successo. E non manca nemmeno chi prova a digitare la chiave “COVID-19” sui siti a luci rosse: secondo quanto riferito da PornHub, si sarebbero registrate 427.504 ricerche sul coronavirus nelle ultime settimane.

Ambito sempre più gettonato è quello delle Webcam Girl e delle escort, forse perché il periodo richiede di trovare soluzioni alternative ai classici incontri. È quanto conferma Escort Advisor, il sito di riferimento in Europa per gli annunci e le recensioni delle professioniste del sesso. Il traffico dal Piemonte è da giorni in costante crescita, tra il ritorno di grandi appassionati del portale e l’apertura di account di utenti che hanno scoperto il servizio di recente, proprio grazie alle ricerche fatte online in tempi di coronavirus. E il tutto nonostante le stesse escort abbiano deciso di interrompere le attività dal vivo per ragioni di sicurezza: nonostante a livello nazionale si registri un calo del 94% nella pubblicazione di nuovi annunci, i torinesi chiedono già di organizzare un incontro bollente non appena l’emergenza sarà finita. E le professioniste non rinunciano di accontentarli: nell’impossibilità di potersi vedere dal vivo, si passa alle telefonate osé o, ancora, agli spettacoli erotici in videoconferenza.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano