13.4 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

L'acqua della Smat sbarca su Marte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Non si sa ancora la data del primo viaggio dell’uomo su Marte ma quello che è certo è che porterà con sè l’acqua di Smat.
La società torinese ha infatti vinto l’appalto che da qui ai prossimi anni dovrà portare alla realizzazione di un’acqua purissima per la missione che porterà i primi astronauti su Marte.
Una sfida molto più impegnativa di quella che Smat già svolge fornendo cisterne per i rifornimenti agli uomini della stazione internazionale che gravita attorno alla Terra. Infatti, l’acqua per il viaggio su Marte, che tra andata e ritorno durerà in tutto due anni, dovrà essere purissima. Con una percentuale di microbi e batteri pari quasi allo zero visto le condizioni in cui sarà trasportata e bevuta.
Per questo i tecnici Smat stanno cercando di studiare un sistema che renda l’acqua praticamente sterile e anche dei contenitori adatti a conservarla. Certo, la sfida è appena iniziata visto che il viaggio su Marte non avverrà prima dei prossimi quindici anni. Ma intanto l’acqua torinese si prepara a conquistare nuovi pianeti!

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano