6.4 C
Torino
martedì, 9 Marzo 2021

Inter-Juventus, il Derby d’Italia diventa sfida scudetto

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

La diciottesima giornata di Serie A porta con sé un grande classico delle sfide del calcio italiano: Inter-Juventus. Da sempre una delle partite più attese da tifosi e anche dai semplici appassionati del pallone per la sua storia, ma che assume questa volta un significato ancora più importante in quanto le due squadre sono separate da una manciata di punti e alla ricerca di uno slancio che le porti verso la vetta della classifica per ora saldamente detenuta dal Milan. 

Basta guardare le quote scudetto proposte dai bookmaker per notare come sia nerazzuri che bianconeri siano considerati tra i favoriti per la vittoria del titolo e come la partita di domenica sera a San Siro potrebbe rappresentare una ghiotta occasione per entrambe le squadre per portare a casa tre punti che permetterebbero di imporsi come principale rivale della capolista. 

Inter: niente più passi falsi

Il risultato di Inter-Juventus, dunque, potrebbe cambiare l’andamento della parte alta della classifica. Infatti, a separare le due squadre sono solo 4 punti, con i torinesi che hanno disputato una partita in meno e l’Inter che si è giocato le chance di acciuffare la capolista Milan. 

Per gli uomini di Conte è d’obbligo non sbagliare più visto che nelle ultime due giornate hanno ottenuto un solo punto. Prima la sconfitta con la Sampdoria, proprio nella stessa giornata in cui i cugini milanesi perdevano contro la Juve, poi il 2-2 con la Roma che è riuscita a riacciuffare i nerazzurri negli ultimi minuti, allungando nuovamente il distacco dal primo posto.

Insomma, dopo due partite decisamente in sottotono l’Inter non vuole più sbagliare e primi a gridare alla carica sono proprio gli ex. Da Vidal che ancora non si è integrato con la squadra e cercherà proprio contro i vecchi compagni il gol che lo sblocchi, fino allo stesso mister Antonio Conte determinato a portare a casa lo scudetto lasciando da parte le voci che parlano di un suo addio a fine stagione.

Juventus costretta a inseguire

Al big match la Juve invece arriva in una posizione in classifica inedita. Dopo ben 9 scudetti consecutivi e l’abitudine a stare in vetta i bianconeri ora sono solo quarti. I tre punti, dunque, sono più che necessari se vogliono restare nel gruppo di testa e sperare di arrivare al record di dieci scudetti di fila.

Certo non sarà facile, anche perchè pesa l’assenza di Paulo Dybala, fuori per 20 giorni a causa di una lesione al legamento, che si aggiunge a quella dei tre giocatori risultati positivi al Covid nei giorni scorsi: Alex Sandro, De Ligt e Cuadrado. A tenere alto il morale della squadra di Pirlo sono però gli ottimi risultati ottenuti nelle ultime giornate: infatti dalla ripresa dopo il Natale la Juventus ha sempre vinto con molti gol di scarto ed è riuscita nell’impresa di fermare la scia vincente del Milan che non perdeva da quasi 30 partite. Insomma, Cristiano Ronaldo e compagni sono determinati a proseguire la loro corsa per lo scudetto.

Derby d’Italia tra rivalità e storia

Come detto, Inter-Juve è una partita di cartello non solo per questo campionato, ma da sempre per la sua storia e per il fascino che porta con sé. Non a caso è conosciuta anche come il “Derby d’Italia”. Un’espressione coniata dal giornalista Gianni Brera negli anni Sessanta per indicare la rivalità tra le due squadre che allora erano anche le più tifate e titolate d’Italia.

Squadre che si sono affrontate per la prima volta nel novembre del 1909 e che negli anni hanno saputo regalare grandi sfide con gol e campioni. E di sicuro anche questa volta il Derby d’Italia non sarà da meno!

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano