20.9 C
Torino
sabato, 30 Maggio 2020

Il Pd torinese riparte dal 30 per cento. Carretta e Mazza: “Ora pensiamo al 2021”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Il Partito Democratico torinese guarda al futuro con ottimismo. Infatti, nonostante la sconfitta subita a livello regionale le elezioni di domenica scorsa ha invece fatto registrare un risultato pari al 30 per cento a Torino città. «Spunti positivi dai quali tutto il centrosinistra dovrà ripartire» commentano dalla Federazione Metropolitana il segretario Mimmo Carretta e il Responsabile organizzativo Saverio Mazza tralasciando la riflessione sulla mancata riconferma della Regione Piemonte discussione che presto dovrà essere necessariamente avviata con serenità nelle sedi opportune».

«Il Pd è primo Partito in Città superando il 30%, un dato che fa ben sperare per il futuro, anche se siamo consapevoli vada consolidato da una parte e ampliato nel contempo» proseguono Carretta e Mazza esprimendo soddisfazione «per il risultato ottenuto dai candidati nella lista provinciale Pd che esprimerà sei consiglieri regionali su nove nella futura composizione dell’assemblea regionale piemontese. I nostri ringraziamenti nonché i complimenti, inoltre, vanno a tutti i candidati della lista, i quali hanno dimostrato tenacia, passione e radicamento. Mauro Salizzoni, Daniele Valle, Monica Canalis, Alberto Avetta, Raffaele Gallo e Diego Sarno. I primi quattro sono stati i più votati in tutta la Regione».

- Advertisement -

Conclusa questa tornata elettorale l’obbiettivo per il Pd torinese sono ora le amministrative del 2021 per rubare le chiavi di Palazzo di città a Chiara Appendino: «La campagna elettorale per le Amministrative 2021, per quanto ci riguarda, è appena iniziata. Come Federazione Metropolitana, abbiamo deciso di dedicare tutta la prossima Festa de l’Unità alla programmazione del futuro. perché il futuro è oggi, e bisogna parlare di priorità, programmi, progetti per il nostro territorio. Una riflessione non solo, però, finalizzata agli appuntamenti elettorali ma indirizzata a programmare il nostro domani, come vari pezzi di un puzzle che andranno a comporre la Torino dei prossimi decenni».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Ripresa perchè non porta la mascherina sul bus, sassate all’autista Gtt

Un'aggressione con una vera e propria escalation di violenza quella subita da una autista di Gtt questa mattina, all'altezza di corso Lecce. 

Teatro Regio, la prima vittima “con” Coronavirus

Molto spesso abbiamo sentito in questi mesi due differenti espressioni riferite al Covid: il paziente è morto “per” il coronavirus oppure “con”...

Stretta di Appendino sulla movida: le nuove regole valide fino al 6 giugno

La sindaca Chiara Appendino prova a mettere un freno alla movida visto le folle che hanno gremito locali e piazze della città...

Piazza San Carlo: chiesta conferma condanna per banda dello spray: “Rapina causa primaria di quanto avvenuto dopo”

Il pg di Torino Elena Daloiso ha chiesto la conferma della condanna di primo grado a 10 anni per tre dei quattro...

Coronavirus, in Piemonte 56 contagi

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica...