14.5 C
Torino
lunedì, 2 Agosto 2021

Il maggiolone, un’auto dal fascino intramontabile

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor

Ci sono automobili che sanno andare oltre le mode e le stagioni e diventare delle vere e proprie icone, conosciute e apprezzate da tutti, desiderate e ricercate, e che si sono conquistate un vero e proprio posto nell’immaginario collettivo. Tra queste di sicuro vi è il “Maggiolone” della Volkswagen. 

Storia di un “Maggiolone”

L’importanza che ha avuto nel mondo dell’automobilismo lo dimostra già il fatto che questa vettura non è conosciuta con il suo vero nome, Volkswagen Typ 1, ma con un epiteto che deriva dalle sue forme bombate a ricordare quelle dell’insetto maggiolone, o beetle per dirla in inglese. La storia del maggiolone incrocia quella europea del Novecento, non solo perché è stata prodotta dal 1938 al 2003, ma anche per le vicende storiche che sottostanno alla sua nascita. 
Infatti fu Adolf Hitler a volere la sua costruzione: l’anno dopo aver fondato la Volkswagen chiese ai progettisti una macchina adatta a una famiglia e dal prezzo economico. Chissà se l’ingegnere Porsche si immaginava che i suoi schizzi avrebbero dato vita all’auto più longeva del mondo e tuttora tra le più vendute. Una vettura diventata simbolo del movimento Hippie tra gli anni Sessanta e Settanta,  protagonista di film e pubblicità.

Il maggiolone nel modellismo

Il successo del “Maggiolone” Volkswagen si nota non solo dal numero di esemplari venduti, pari a 21 milioni in tutto il mondo, ma anche dal fatto che è una delle auto più ricercate dai collezionisti. Così come è uno dei progetti più ambiti per gli amanti del modellismo. 
A questo proposito Model Space offre agli appassionati di modellismo automobilistico la possibilità di ricreare uno dei modelli più celebri: il “Maggiolone” 1303 Cabriolet, nel suo colore più luminoso, il rosso. 
Si tratta di una replica in scala 1:8 dell’automobile, con riproduzione fedele del design e dei dettagli della vettura originale. D’altronde il modellino è stato creato in collaborazione con la stessa Volkswagen che ha autorizzato il progetto. Per gli appassionati dunque è un’occasione da non perdere poter avere, attraverso le 12 uscite previste, tutti i pezzi per poter realizzare questa auto, da mettere poi in bella mostra a casa propria: un po’ come avere un pezzo di storia dell’automobilismo in salotto. 
Infondo il mitico “maggiolone” e il mondo del modellismo hanno molte cose in comune: come la prima auto di casa Volkswagen stregò milioni di automobilisti in tutto il mondo, allo stesso modo il modellismo è un hobby che affascina tantissime persone, e non c’è nulla di più soddisfacente che poter dare vita con le proprie mani ai pezzi che hanno fatto la storia. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano