13.2 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Festa de L'Unità: una sedia vuota per Appendino

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Era il 1995, la prima volta Gianfranco Fini, leader di Alleanza Nazionale, alla Festa de L’Unità, in un faccia a faccia con Walter Veltroni. Ma fu anche la prima volta di Forza Italia (presente tutto lo stato maggiore, da Ferrara a Previti, da Dotti ad Urbani).
Anni di scontri durissimi, ma anche di sano confronto. Oggi la sindaca di Torino ha declinato l’invito a partecipare alla nostra Festa.
Peccato, peccato davvero sarebbe stata una bella occasione per dibattere su una questione tanto cara ai torinesi.
Chiara Appendino ha dichiarato di preferire dialogare nelle sedi Istituzionali. Già, ma quali? Ad oggi la maggioranza ha evitato ogni tipo di discussione in Sala Rossa. La casa dei torinesi è diventata zona off limit per qualsiasi approfondimento sulle Olimpiadi.
Cara Sindaca, il confronto non è mai inopportuno, fuggire per l’ennesima volta non la esimerà dal dover rendere conto delle sue scelte.
Passate e future.
Scritto da Mimmo Carretta, consigliere comunale Pd a Torino e segretario metropolitano Pd

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano