13.8 C
Torino
domenica, 23 Giugno 2024

Dove comprare sedie per la casa

Più letti

Nuova Società - sponsor

Poter fare affidamento su una sedia ergonomica, a casa come in ufficio, significa avere a disposizione un supporto che garantisca a qualsiasi persona l’assunzione di una corretta postura. E trovandosi a trascorrere diverse ore al Pc, o davanti alla Tv, è solo rimanendo seduti comodamente che si eviterà a collo e schiena di affaticarsi.

Quali sedie sono migliori per il lavoro

Ormai esistono un’infinità di sedie e poltrone, e un numero elevato di aziende produttrici. Dalle sedute in stoffa ai modelli di sedie in materiale traspirante, incluse opzioni rivestite in ecopelle e poltrone interamente in pelle, perfette per soddisfare sia le persone che amano il classico che le ultime generazioni.

Non mancano sistemi “anti-schizzo” e “anti-macchia”, pronte a rispondere alle esigenze di chi, lavorando in smartworking, è solito concedersi uno snack davanti al Pc. Ma è la comodità uno dei fattori più importanti nella selezione del modello.

Una sedia ergonomica regolabile in altezza porta i piedi a toccare terra (o di appoggiarli su un apposito poggia piedi), e permette di piegare le gambe portando queste ultime a formare un angolo di 90°, o di poco superiore.

Altro fattore da considerare al momento dell’acquisto è la profondità della seduta. Una volta posizionate sulla sedia, schiena e bacino dovrebbero risultare ben aderenti. Altrettanto importante è che il margine della seduta non finisca per toccare la parte retrostante del ginocchio; questo, infatti, eviterà possibili problemi di circolazione.

La presenza di braccioli, in alcuni casi regolabili e sollevabili, offre adeguato appoggio alle braccia, andando a scaricare la tensione accumulata all’altezza delle spalle. Tra le realtà specializzate nelle sedie per ufficio a casa spicca Ofichairs, marchio leader in Europa. Un tempo, il termine “sedia per ufficio” portava alla mente l’immagine di una sedia di colore neutro, caratterizzata dalla presenza di materiale traspirante, dotata di schienale leggermente reclinabile, di base mobile con rotelle e di seduta, anch’essa regolabile.

Oggi, per praticità il mercato tende a suddividere le sedie per ufficio in tre categorie: operative, direzionali e presidenziali. Le prime, le più diffuse negli ambienti lavorativi, adottano una struttura semplice che, in quanto tale, non ha problemi nell’adattarsi a corporature anche molto differenti tra loro. E questo assicurando comunque la corretta postura. Sono leggere e permettono di spostarsi con agilità per raggiungere colleghi o armadi a muro. Le sedie direzionali, pratiche ed ergonomiche, si distinguono per l’estetica più raffinata (imbottiture più corpose e finiture di qualità), donando un tono più distinto alla persona chiamata a utilizzarle e all’ambiente in cui si vengono a trovare. I modelli presidenziali, infine, sono generalmente più ampi, ancora più imbottiti e rifiniti: ecco perché vengono di solito riservati alle sfere alte, trovando spazio anche nelle sale riunioni. 



Scrivanie e forniture per ufficio

Ancora oggi lavorare in ufficio significa spesso trovarsi al cospetto di un ambiente non adeguatamente progettato. E tale situazione obbliga chi è costretto a trascorrere l’intera giornata in quell’ambiente a confrontarsi con elementi dell’arredo davvero poco confortevoli.

In realtà, una buona organizzazione degli spazi, oltre a influire positivamente sul benessere degli impiegati, favorisce una maggiore produttività. Pc, telefono e stampante meritano il giusto spazio, e devono essere facilmente raggiungibili. Sedia e scrivania, ad esempio, dovrebbero risultare complementari sia come altezza che in termini di profondità. Ritrovarsi con tavoli da scrivania eccessivamente alti, ad esempio, rischierebbe di rendere meno agevole l’uso della tastiera.

Se troppo bassa, al contrario, il lavoratore tenderà ad assumere una posizione curva nel tentativo di avvicinarsi al display del Pc e alla stessa tastiera. Nel valutare quale scrivania acquistare, il consiglio è di optare per modelli contraddistinti da materiali durevoli, meglio se antigraffio. Se il legno si adatta perfettamente ad ambienti classici, scrivanie, scaffali e armadi dotati di finiture in acciaio e vetro rispondono alle necessità di chi predilige uno stile più contemporaneo. Esistono anche modelli progettati con l’obiettivo di rendere “invisibile” la presenza dei cavi (di Pc, stampante, telefoni, etc…), ed altri in cui a trovare spazio sono cassetti e ripiani (in diversi casi completati da rotelle). La soluzione ideale per collocare la gran mole di documenti tipica degli uffici.

Ofichairs Italy propone moltissimi modelli di sedie per la casa e l’ufficio, ma anche scrivanie e forniture per ufficio capaci di unire, in un unico elemento, tecnica e soluzioni estetiche di pregio. Perché un ambiente professionale, per mantenersi ordinato, necessita di una certa coerenza anche nella selezione degli arredi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano