6.5 C
Torino
lunedì, 28 Settembre 2020

Chiamparino è pronto a sostituire Renzi

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Barbara Giuva
Barbara Giuva
Esperta di immagine, relazioni esterne e cerimoniale pubblico. Dopo molti anni dedicati alla politica, di recente ho approfondito la passione per la scrittura soprattutto su temi di costume e società che rendono un po’ più “leggera” la nostra quotidianità.

Sergio Chiamparino ha dato la sua disponibilità per guida del Partito Democratico. «Candidarmi a segretario? Perché no? Io una mano la posso dare», dice il presidente della Regione Piemonte.
«Io spero – ha aggiunto – che Renzi voglia gestire questa situazione in maniera collegiale. Magari anche congelando le sue dimissioni. Dobbiamo decidere insieme che posizione prendere. Non ci dobbiamo sottrarre alle responsabilità ma non dobbiamo neanche andare a togliere le castagne dal fuoco agli altri. Sono i vincitori che devono fare una proposta. Poi valuteremo».
Continua Chiamparino: «Io credo sia giusto far pronunciare la base, se ci sono proposte concrete». «È chiaro che quello che è avvenuto significa che una parte consistente dei cittadini ha chiesto un cambiamento della classe dirigente, ha portato avanti la domanda di una società chiusa e sovranista e non è solo un voto di protesta ma di cambiamento che coinvolge la sinistra, incapace di dare una narrazione di valori di una società aperta. Noi siamo stati carenti e la gente è andata da un’altra parte», sostiene ancora Sergio Chiamparino, che uscendo dai cancelli dell’Embraco di Riva di Chieri dove ha incontrato in assemblea i lavoratori insieme al ministro per lo Sviluppo Economico, Carlo Calenda ha ripreso il discorso con i giornalisti.

Sono disposto a dare una mano. Non però a sgomitare, non ho più l’età per farlo.

«Sono disposto a dare una mano. Non però a sgomitare, non ho più l’età per farlo. E sono d’accordo sulle dimissioni di Renzi da segretario avendo io chiesto l’azzeramento dei vertici perché quando si prende una batosta del genere, la più pesante del partito dal dopoguerra, un pezzo di responsabilità ce l’hanno tutti i vertici a cominciare dal sottoscritto».
«La fase politica che stiamo vivendo è estremamente delicata perché si devono formare i vertici delle due Camere e capire cosa potrà fare Mattarella. Ribadisco, serve una gestione unitaria e il più possibile collegiale del Pd, nessuno deve sentirsi solo». «C’è una domanda di cambiamento – ha concluso il presidente della Regione Piemonte – a cui vanno trovate risposte anche se non è detto che le domande di cambiamento siano sempre positive. La storia è piena di domande di cambiamento finite in tragedie».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Imprese e Covid: alla Festa de L’Unità si discute di ripresa economica di Torino

E' stata l'occasione per confrontarsi su uno dei temi più dibattuti degli ultimi tempi l'incontro della Festa de L'Unità dal titolo “Torino...

Montagna conferma: “Sono indagato”

“Ieri, proprio a tre giorni dal largo successo elettorale, ho ricevuto un avviso di garanzia dalla Procura di Torino”, così il sindaco...

Moncalieri, Montagna appena eletto è indagato per falso

Il sindaco Pd di Moncalieri Paolo Montagna, appena eletto con il 60% dei voti, è indagato. Secondo la Procura di Torino avrebbe...

Di Maio e Zingaretti si spartiscono le amministrative 2021? Il Pd torinese risponde

La notizia diffusa sui quotidiani questa mattina di un accordo tra Pd e M5s sulle amministrative 2021 non lascia indifferente il Pd...

Appendino e Pd? Lo Russo categorico: “Nessuna alleanza”

Lo aveva già detto in più occasioni e ritorna ad affermarlo anche oggi nei giorni successivi al voto referendario e amministrativo, ultima...