16 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Carte prepagate ricaricabili per operazioni sicure a portata di “tasca”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

La carta prepagata viene collegata ad un circuito di pagamento, Visa o MasterCard (per esempio) per poter effettuare delle transazioni in tutta sicurezza, come acquisti online. Il grande vantaggio di avere delle carte prepagate ricaricabili deriva dalla possibilità del titolare della carta di definire l’importo da caricare e dunque di poter monitorare e limitare le spese! Ci sono, inoltre, anche delle carte con IBAN per chi voglia effettuare delle operatività bancarie (fare un bonifico, pagare le utenze, ricevere l’accredito dello stipendio) ma non abbia un conto corrente. Generalmente però la carta più conveniente per chi voglia effettuare dei pagamenti sicuri è la classica ricaricabile

Anche a livello di costi infatti, una prepagata ricaricabile ha un costo inferiore rispetto ad una carta di credito. Perché? In primis perché non è previsto alcun pagamento dell’imposta di bollo, poi perché i prelievi presso la banca che ha emesso la carta sono del tutto gratuiti ed eventuali canoni mensili hanno un importo decisamente ridotto. 

3 cose da sapere quando attivi una carta prepagata ricaricabile

Se stai per attivare una carta prepagata ricaricabile devi tener conto di questi 3 aspetti: 

  • Il funzionamento, cioè ricorda che la carta prepagata è collegata ad un circuito di pagamento ma non al tuo conto corrente e dunque sarai tu a caricare la somma ogni volta che dovrai effettuare una spesa. Hai però il vantaggio di avere una carta che potrai ricaricare ogni volta che vorrai; 
  • Quando attivi la carta prepagata scegli un circuito di pagamento sicuro, come MasterCard o Visa, che sono ormai leader sul mercato; 
  • Rispetto ad una carta di credito, la carta prepagata ha un plafond molto più limitato ed ogni pagamento viene scalato immediatamente quando l’operazione va a buon fine

Poche mosse per avere una carta prepagata ricaricabile 

La procedura per poter richiedere una carta prepagata ricaricabile è molto veloce e semplice: sarà infatti necessario solo collegarsi al sito web dell’ente a cui si voglia richiedere la carta, compilare i relativi campi del form inserendo i propri dati personale e farsi spedire la carta al proprio indirizzo. 

La carta prepagata in Italia può essere richiesta da ogni cittadino, anche se minorenne. In tal caso però è indispensabile che uno dei genitori faccia da garante. 

5 vantaggi in una sola carta

I vantaggi che derivano da chi possiede una carta prepagata ricaricabile sono riassumibili in 5 punti principalmente, quali: 

  1. Può essere richiesta da chiunque, anche senza avere i requisiti di affidabilità creditizia, e dunque viene rilasciata anche a chi non abbia un reddito fisso (come i giovani senza lavoro); 
  2. Consente di monitorare le proprie spese, pianificando il budget da spendere; 
  3. Non necessita di un conto postale o bancario per essere attivata; 
  4. Viene garantita la massima sicurezza per ogni operazione effettuata, rendendo impossibili eventuali truffe o frodi di chi tenta di impossessarsi delle finanze altrui;
  5. L’importo viene precaricato sulla carta solo dal titolare e dunque i rischi di frode sono molto limitati, tanto che infatti il plafond è altrettanto contenuto
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano