14.2 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Bonus 600 euro autonomi: l’articolo del decreto che blocca tutto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Professionisti e autonomi, attendono con trepidante attesa, il sussidio di 600 euro tanto promesso dal governo per “dare una mano” a coloro in possesso di partita Iva che hanno visto fermarsi le proprie attività causa Coronavirus; una mano tesa da parte dello Stato, da molti giudicata insufficiente se non addirittura una beffa verso chi, ha visto azzerate le proprie attività. Il bonus spetterebbe ai professionisti e autonomi iscritti alle casse private anche se il suo arrivo è tutt’altro che scontato. Vediamo il perche: il sussidio è una misura introdotta dal governo con il decreto “Cura Italia”. I professionisti iscritti agli Albi ed alle relative Casse di previdenza possono richiedere – esclusivamente tra il primo e il 30 aprile – l’erogazione degli ormai famosi 600 euro. Tale bonus non sarà conteggiato nel calcolo del reddito imponibile.
Con grande sorpresa e sgomento con la pubblicazione del “Decreto liquidità” in Gazzetta Ufficiale dell’8 aprile, i possibili benificiari hanno visto cambiare i requisiti per ottenere il denaro. Tutto è racchiuso nell’articolo 34 del nuovo decreto che precisa che l’indennità ora spetta agli iscritti “in via esclusiva” alle casse private e quindi “non titolari di trattamento pensionistico”. Sono stati bloccato allora i pagamenti per le domande presentate che dovranno verosimilmente essere rifatte in un secondo momento allontanando per gli iscritti alla previdenza pubblica l’elargizione dell’indennizzo.
Insomma per molti è una beffa; bisognerà probabilmente rifare la domanda per i già, a parere di molti, esigui 600 euro, sperando che nel frattempo non cambi nulla ulteriormente.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano