12.4 C
Torino
lunedì, 24 Giugno 2024

Smat, approvato il bilancio 2021

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

I risultati  2021 segnalano un miglioramento: gli indici economico-finanziari dell’esercizio appena concluso registrano per SMAT un incremento di  investimenti e di utile.

Nonostante il protrarsi dell’emergenza sanitaria e gli aumenti dei costi in atto, i risultati 2021 del Gruppo SMAT hanno raggiunto ottimi livelli di performance.

Il valore della produzione raggiunge i 439 milioni di euro, con un incremento di  + 1,78% rispetto al 2020, anche grazie all’incremento degli incentivi correlati alla produzione di biometano ed al premio sulla qualità tecnica erogato da Arera.

Il Margine Operativo Lordo pari a 133 milioni di euro è in aumento del 9,25% in relazione al contenimento dei costi pur tenendo conto dell’applicazione del contratto di espansione a 54 dipendenti che ha comportato un onere di oltre 3 milioni di euro, tutto spesato sul 2021.

L’EBIT pari a 17 milioni di euro incrementa del 34,42% consente alla Capogruppo di raggiungere un utile netto di 34,195 milioni di eurocon un incremento del 43% rispetto al 2020, realizzando la soglia massima prevista dal Piano Economico Finanziario e dal Piano Industriale.

Risultano ottimi anche gli indici operativi, economici e finanziari del Gruppo tra i quali in particolare la Posizione finanziaria netta sul Patrimonio netto pari a 0,38 e la Posizione finanziaria netta sull’EBITDA pari a 2,06, in miglioramento rispetto al 2020 di 0,24 punti.

Gli investimenti totali, pari a 127 milioni di euro (107,8 diretti e 19,2 nelle Unioni montane), superano le previsioni e corrispondono ad un livello di 56 euro per abitante (38 €/abitante è la media nazionale).

Il risultato dell’esercizio consentirà di mantenere nel patrimonio SMAT l’80% (oltre 27 milioni) al fine di garantire l’attuazione del Piano Economico Finanziario per gli investimenti e il residuo dividendo di 1,33 euro/azione ai Comuni Soci (pari a 6,5 milioni) per servizi finalizzati alla tutela dell’ambiente.

Soddisfatto il Presidente SMAT, Paolo ROMANO, che dichiara: “I risultati dimostrano la capacità e la resilienza industriale di tutti i comparti della società. Si tratta di azioni che confermano le caratteristiche identitarie di una società a totale capitale pubblico, le cui finalità sono quelle di garantire un continuo miglioramento del servizio, la tutela della risorsa idrica e dell’ambiente, una elevata attenzione al sociale ed una gestione industriale di qualità con bilanci economico-finanziari in grado di sostenere un oneroso piano di investimenti ed avvantaggiare economicamente i Comuni Soci. I Comuni Soci vengono agevolati con la diminuzione del 50% dei costi del servizio idrico per l’uso pubblico e sociale delle acque con un risparmio di circa 5 milioni di euro e con un vantaggio complessivo compreso l’utile di 11,5 milioni di euro.”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano