13.7 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Venti alunni degli Itis torinesi in classe con contratto di lavoro

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Sono tornati sui banchi di scuola questa mattina, ma hanno già nelle loro mani un contratto di lavoro. I fortunati sono venti ragazzi di istituti tecnici industriali torinesi che hanno firmato un contratto con il gruppo Enel, entrando a far parte di un progetto che coinvolge 145 giovani in sette regioni italiane.
Gli studenti, undici dell’Istituto Avogadro, due del Primo Levi e sette del Grassi, sperimenteranno il programma di alternanza scuola e lavoro ideato per ragazzi degli ultimi due anni degli istituti superiori e concordato tra ministeri dell’Istruzione, del Lavoro, Regioni, sindacati ed Enel.
I ragazzi selezionati, dunque, alterneranno periodi di lezione in classe a momenti in cui lavoreranno in azienda. «Il percorso annuale – ha spiegato Mario Gorga, responsabile delle relazioni industriali Enel – prevede 800 ore in classe e 800 ore in azienda, delle quali 280 di laboratorio» ha spiegato Mario Gorga precisando anche come gli studenti durante il periodo scolastico passeranno almeno un giorno a settimana in azienda e continueranno il lavoro durante le vacanze.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano