15.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Vendendo penne truffavano le scolaresche in gita a Torino: tre denunciati

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

Sono stati denunciati per truffa tre giovani che si erano specializzati nell’adescare alunni in gita scolastica a Torino. Ai giovanissimi in giro per le vie del centro veniva proposte l’acquisto delle penne al prezzo di cinque euro. La truffa consisteva nel non riconoscere il resto rispetto agli importi ricevuti trattenendo anche somme non indifferenti una volta avuta in mano la banconota. Fino a quando alcune vittime hanno informato un’insegnante che si è subita rivolta alla polizia. L’intervento degli agenti di polizia ha dato rapidamente i suoi frutti. Dopo la perlustrazione di alcune vie del centro i truffatori, di età compresa tra i 18 e i 27 anni,  sono stati rintracciati e contro di essi è scattata la denuncia. Secondo una prima stima erano riusciti a sottrarre ai giovanissimi studenti una somma significativa: circa 500 euro.
Quello della vendita di penne è un fenomeno tutt’altro che nuovo, anche a Torino, operato da  personaggi senza scrupoli che davanti ad ospedali o per le vie del centro, con tanto di cartellino, si spacciano per volontari di associazioni e comunità che aiutano drogati, affamati o che combattono l’Aids nel mondo grazie alla vendita di penne colorate o grazie ad altri escamotage.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano