24.9 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Boom di passeggeri a Caselle. Per Sagat “volano” anche gli utili

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

Il boom del turismo piemontese trova conferme anche nel positivo trend dei passeggeri che volano scegliendo  lo scalo di Caselle torinese dopo anni non facili. Nei primi quattro mesi del 2016 si è registrato un aumento notevole del 9%  con 1.279.562 passeggeri.
Il dato è superiore al positivo risultato del 2015 che aveva registrato un incremento del  6,8% con 3.666.424 unità. Questi ottimi risultati trovano riscontri nel vitale aumento dei voli di linea internazionali  cresciuti per numero di passeggeri di ben il 15%. Il buon andamento dello scalo torinese emerge dai dati dall’assemblea di Sagat, la società che gestisce l’aeroporto, che ha confermato Roberto Barbieri come amministratore delegato per i prossimi tre anni.  Davvero notevole l’incremento dell’ utile netto con cui si è licenziato l’esercizio 2015: 8milioni 709mila euro rispetto ai 3 milioni 357mila euro del 2014. Gli investimenti 2015 sono ammontati a 3milioni 263mila euro. Il quadro rosa dei conti ha consentito all’assemblea di deliberare la distribuzione dividendi per due milioni di euro e di apportare accantonamenti sugli utili residui.
Insomma ci sono ottime prospettive per lo scalo torinese  fondamentale per supportare la vocazione sempre più turistica del Piemonte. Un quadro che si va alimentando con la conferma di nuove tratte internazionali con periodicità un tempo impensabili.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano