17 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Un cupolone di San Pietro fatto di pagine per il Salone del Libro

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Dopo l’annuncio ufficiale della presenza della Santa Sede come ospite d’onore al Salone del Libro di Torino, ora si pensa alla scenografia. E lo sorprese non mancano. Infatti a rappresentare il Vaticano ci sarà un cupolone di libri di 400 metri quadrati. Il progetto corrisponderà a quello della basilica di San Pietro disegnata da Donato Bramante.
Quest’anno infatti si celebreranno il cinquecento anni della morte dell’architetto, uno dei maggiori esponenti del Rinascimento italiano.
Dall’8 al 12 maggio, nel terzo padiglione del Lingotto gli stand esporranno le varie istituzioni librarie vaticane: la Libreria Editrice Vaticana (Lev), i Musei, la Biblioteca Apostolica, l’Archivio Segreto, la Pontificia Commissione per l’Archeologia Sacra, le Accademie, compresa l’ultima nata, la Pontificia Accademia Latinitas, l’Ufficio Filatelico e Numismatico, tra gli altri.
Fiori all’occhiello alcuni esemplari conservati al Vaticano come un “Inferno” di Dante realizzato dal Botticelli, manoscritti del “Canzoniere” di Petrarca, lettere a Pio IX di Carlo Alberto, di Cavour di Vittorio Emanuele II e di don Bosco, provenienti dall’Archivio Segreto, sculture offerte dal Musei e dalla Commissione archeologica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano