19.4 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Vietti: “Ad aprile il nuovo procuratore”. Spataro è il favorito

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Si avvicina l’ora x, quella in cui verrà nominato il nuovo procuratore di Torino. Dopo il pensionamento di Giancarlo Caselli, Michele Vietti, vicepresidente del Consiglio della Magistratura, stringe sui tempi: «Mi auguro che la nomina venga decisa prestissimo perché ormai l’ufficio è scoperto da qualche mese».
«Torino è una sede importante e anche se il facente funzioni svolge benissimo il suo compito ha bisogno di un assetto definitivo. Ho parlato con il presidente della V commissione che si occupa degli uffici direttivi raccomandandogli un’accelerazione delle nomine. E ho avuto l’assicurazione che al più tardi nella prima settimana di aprile si dovrebbe arrivare ad una soluzione, almeno in termini di proposta» spiega Vietti.
«La copertura di Torino – conclude – si inserisce in un contesto che vede diversi uffici scoperti come le procure di Bari, Firenze e Salerno e quindi comprensibilmente il Consiglio cerca di dare una soluzione contestuale a queste nomine».
Intanto nel capoluogo piemontese continua il toto-procuratore. I concorrenti torinesi alla poltrona sono tre: Sandro Ausiello, procuratore aggiunto e, dopo il pensionamento di Caselli, capo ad interim, Francesco Saluzzo, attuale procuratore capo di Novara e Marilinda Mineccia, ora al vertice della Procura di Aosta.
Ma il vero favorito è Armando Spataro, ex procuratore aggiunto di Milano, che ambisce alla guida della Procura di Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano