17.3 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Un bando per il nuovo direttore del Polo Reale

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

Il Polo Reale museale di Torino avrà un nuovo direttore e sarà scelto con un bando pubblico internazionale. Questo secondo quanto disposto dal ministro dei beni culturali Dario Franceschini. Il documento per partecipare alla selezione è da oggi online e domani sarà pubblicato sul settimanale inglese The Economist. La selezione riguarderà anche tutti i venti poli museali d’Italia.
Il Polo Reale comprende il Palazzo Reale, L’Armeria Reale il museo Archeologico e la Galleria Subalpina.
Nell’ambito dalle linee guida del “decreto museo” (23 dicembre 2014) del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini (Mibact), i poli scorporati dalle Sopraintendenze usufruiranno di autonomie gestionali e faranno parte dei 17 poli regionali di tutta Italia.
A questi fanno riferimento ben 4mila musei. Una vera miniera di realtà culturali che grazie a questi nuovi approcci si spera possano realmente essere valorizzati dopo la valanga di buoni propositi verbali. Il ministro Franceschini ha solo introdotto all’ultimo momento il ricorso al bando pubblico dopo aver annunciato una procedura per nomine dirette.
Il potenziamento del discorso poli museali sembra essere la via giusta. La promozione dell’intero pacchetto delle proposte e collezioni del polo reale torinese nel periodo natalizio ha registrato un vero boom di visitatori italiani e stranieri che hanno consentito un vero salto di qualità per tutte queste prestigiose espressioni della cultura sabauda.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano