7.4 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Toro-Verona, arrestati ultras scaligeri

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

E’ di due arresti e 58 persone identificate il bilancio del giorno dopo il match di serie A Torino-Hellas Verona che ha portato nel capoluogo piemontese circa 300 tifosi scaligeri.
Una partita che si prospettava ad alta tensione per la storica rivalità tra le due curve. Tanto che gli ultras del Toro hanno atteso i rivali all’altezza di corso Unione Sovietica dove i pullman gialloblu hanno sfilato con i portelloni aperti, segno di disponibilità alla sfida, ma la polizia ha impedito loro di scendere evitando gli scontri.
Diversi però gli episodi che durante il tragitto dal casello autostradale allo stadio hanno riguardato i veronesi. Dapprima, infatti, hanno fatto esplodere alcuni grossi petardi contro i mezzi delle forze dell’ordine che li scortava. Poi, all’altezza dell’Olimpico alcuni di loro hanno cercato di scendere dal pullman con volto travisato e diretti verso la tifoseria avversaria. In particolare uno degli scaligeri avrebbe colpito con la punta di un ombrello un agente della squadra mobile. Per questo è stato arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni aggravate.
Un secondo tifoso, invece, è stato sorpreso all’ingresso dello stadio con un grosso petardo ed arrestato. Inoltre, come detto, altre 58 persone appartenenti ad entrambe le fazioni sono state identificate.
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano