16.3 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Torino, 360 nuove telecamere per la sicurezza dei cittadini

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Si chiama Argo ed è il progetto presentato oggi dalla Città di Torino per l’istallazione di 360 nuove telecamere che verranno istallate nel 2021. Come spiega la sindaca Chiara Appendino “si tratta di un vero e proprio sistema integrato. La sicurezza urbana è un diritto del cittadino. Quando si parla di sicurezza si deve parlare di riqualificazione, affiancare gli interventi già fatti con la videosorveglianza”.

Infatti, Argo prevede la creazione di un vero e proprio “ecosistema” tecnologico ibrido basato su strutture periferiche e cloud così da creare un’unica regia per il controllo e la gestione della sicurezza e della mobilità in ambito urbano e per i grandi eventi.

Saranno 123 i siti monitorati dalle nuove telecamere, 600 punti di ripresa. Di queste l’80% saranno fisse il 20% mobile: “Oggi a Torino sono 107 le telecamere, quindi l’integrazione sarà notevole – afferma il comandante della Polizia municipale Emiliano Bezzon – anche per quanto la tecnologia c’è un salto di qualità rispetto al passato”. Bezzon ha anche ricordato il delitto dei Murazzi in cui perse la vita Stefano Leo: “Con questa tecnologia sarebbe stato molto più facile individuare il soggetto. Avremmo potuto impostate dei filtri e i sistemi software di video analisi avrebbero trovato prima il colpevole”.
Con l’approvazione questa mattina della delibera di giunta, sono stati stanziati 800 mila euro per l’acquisto di l’installazione e altre 700 mila euro sono state richieste a Roma per un secondo lotto. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano