13.6 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

Tav, per Santa Barbara celebrata la messa nel cantiere di Chiomonte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

L’anno scorso, nessun parroco, perché tutti si rifiutarono di celebrare la messa in quel luogo, salì al cantiere Tav di Chiomonte per il giorno di Santa Barbara, protettrice dei vigili del fuoco e dei minatori.
Una decisione, questa dei preti valsusini, che fece discutere non poco, con polemiche durate per mesi.
Quest’anno però, nel totale silenzio, la messa è stata celebrata anche dietro i recinti dove si sta scavando il tunnel geognostico per la Torino-Lione. Non è stato il vescovo di Susa, monsignor Alfonso Badini Confalonieri, che alcune settimane fa aveva spiegato che non conosceva i suoi impegni per il 4 dicembre, a celebrare, ma don Michele Giulio parroco di Olux.
Alla funzione ha partecipato un folto gruppo, tra polizia, carabinieri, militari, tecnici e operai, che stanno lavorando al cantiere. Tra di loro anche il direttore generale della Ltf, Lyon Turin Ferroviaire, il presidente dell’osservatorio Torino-Lione Mario Virano e l’ex sottosegretario ai Trasporti Mino Giachino, che è anche responsabile del settore per Forza Italia.
L’altare è stato allestito in fondo allo scavo, giunto a 1.835 metri.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano