14 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Svolta nel caso Elena Ceste, in attesa del test del dna raccolti nuovi reperti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Cresce l’attesa per i risultati del test del dna sul corpo ritrovato sabato mattina a Chiappa, a pochi chilometri dalla casa di Elena Ceste. Infatti, solo l’esame potrà dire se quei resti in avanzato stato di decomposizione, tanto da non poter capire se si trattasse di un uomo o di una donna, appartengono alla mamma di Costigliole d’Asti di cui non si hanno più notizie dallo scorso 24 gennaio.
Al momento le bocche in Procura ad Asti sono cucite e gli investigatori non si lasciano andare a nessun commento. Anche loro, come i familiari e gli amici di Elena, attendono che il telefono squilli così da sapere se davvero si è di fronte a una svolta di questo giallo.
Intanto, l’area dove è stato ritrovato il corpo, una zona di campagna vicino ai binari abbandonati della Asti-Alba, è stata posta sotto sequestro dai Carabinieri che hanno raccolto più di 100 reperti che potrebbero aiutare a risolvere il mistero di quel cadavere.
Già, perchè di chiunque siano quelle ossa resta da capire che cosa possa essere successo. Se si sia trattato di un incidente, di un suicidio o se qualcuno volutamente abbia occultato il corpo. Tante ipotesi e nessuna certezza. Anche se per molti ci sarebbero troppe coincidenze a far temere che si tratti della Ceste, prima tra tutte proprio quella estrema vicinanza alla casa della donna, ben visibile dal punto in cui è stato ritrovato il corpo. Eppure paradossalmente alla stessa distanza e pochi giorni dopo Elena era sparito un imprenditore agricolo di cui non si sa più nulla. E i primi rilievi lasciavano intuire che il corpo era troppo alto per essere di una donna.
Come detto, però, solo tante ipotesi in attesa dell’unica certezza che conta: quella del Dna.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano