14.1 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Stefano Cucchi, risarcimento per Giovanardi. Consiglieri torinesi rischiano di pagare per diffamazione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

E’ stata fissata per il 17 aprile la discussione della causa che l’ex senatore Carlo Giovanardi ha intentato nei confronti di 29 consiglieri comunali di Torino, gli stessi che il 21 gennaio 2019 avevano votato in Sala Rossa un ordine del giorno di condanna della posizione che lo stesso Giovanardi aveva più volte manifestato a proposito di Stefano Cucchi e della sua famiglia.
Infatti, l’esponente di Forza Italia aveva pubblicamente affermato che in merito alla morte del giovane romano “se Cucchi avesse condotto una vita sana, se non si fosse drogato, se non fosse entrato in un tunnel che poi l’ha portato agli arresti, non sarebbe successo”. Parole che i consiglieri comunali di Torino avevano bollato come “gravissime e diffamatorie”.

Già la scorsa primavera Giovanardi aveva annunciato di voler procedere per vie legali e aveva anche scritto una missiva all’assemblea torinese, ma la posizione dei firmatari non era cambiata.
Proprio in questi giorni ai consiglieri, tra di loro anche Monica Canalis (Pd) che ora non è più in Sala Rossa, ma siede tra i banchi del Consiglio Regionale, e Antonino Iaria (M5s) diventato assessore all’Urbanistica, sono state consegnate le convocazioni per un appello di Mediazione che si terrà a metà aprile.
Giovanardi, assistito dal suo avvocato, l’ex governatore del Piemonte, il leghista Roberto Cota, ha chiesto il risarcimento danni: 50 mila euro a Daniela Albano, Monica Amore, Eleonora Artesio, Barbara Azzara, Giovanna Buccolo, Monica Canalis, Damiano Carretto, Marco Chessa, Cataldo Curatella, Viviana Ferrero, Chiara Foglietta, Antonio Fornari, Chiara Giacosa, Massimo Giovara, Fabio Gosetto, Antonino Iaria, Enzo Lavolta, Roberto Malanca, Federico Mensio, Deborah Montalbano, Maura Paoli, Marina Pollicino, Andrea Russi, Valentina Sganga, Francesco Sicari, Carlotta Tevere, Elide Tisi, Francesco Tresso.

In loro solidarietà scrive Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano: “Li abbraccio tutti forte e li ringrazio ancora per la loro solidarietà umana e civile. Conserverò quel loro “ordine del giorno” per sempre. Ne farò un manifesto che riassume perfettamente ciò che abbiamo dovuto subire. Grazie

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano