7.4 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Sta arrivando la bufera: pioggia di avvisi di garanzia per i fatti di Piazza San Carlo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Andrea Doi

Sarebbero tanti, una quindicina, gli avvisi di garanzia in arrivo per i fatti di Piazza San Carlo, dove, la sera del 3 giugno, durante la finale di Champions League Real Madrid-Juventus, restarono ferite oltre 1500 persone. Dodici giorni dopo, Erika Pioletti, 38 anni, schiacciata dalla folle in panico quella sera, muore. Ad oggi per gli unici indagati per omicidio colposo e lesioni gravissime sono Maurizio Montagnese e Danilo Bessone, presidente e direttore di Turismo Torino, l’ente incaricata dal Comune di allestire Piazza San Carlo per l’evento. E poi la sindaca Chiara Appendino, denunciata da alcuni feriti di quella sera. Per lei, fino ad oggi, il reato è di lesioni più lievi.
Ma ora dalla Procura starebbere per arrivare una vera e propria pioggia di avvisi di garanzia da notificare a Palazzo di Città e Questura. E non solo ai dirigenti.
Per mesi e mesi i due pubblici ministeri titolari dell’inchiesta, Antonio Rinaudo e Vincenzo Pacileo, hanno sentito la testimonianza di centinaia di persone, ricostruendo anche i ruoli avuti dai protagonisti: dentro la bufera in arrivo ci finirebbero un po’ tutti. E quanto pare in concorso.
Accuse gravi che non risparmierebbero nessuno. Proprio nessuno.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano