7.7 C
Torino
sabato, 25 Maggio 2024

Snam e l’idrogeno: l’accordo con Rina e le dichiarazioni dell’AD Marco Alverà

Più letti

Nuova Società - sponsor

L’idrogeno sta guadagnando posizioni tra le soluzioni del futuro per garantire la decarbonizzazione dei settori economici e favorire la transizione energetica del pianeta. 
In questo senso va letto il recente accordo tra Snam, una delle principali aziende di infrastrutture energetiche nel mondo, e Rina, player globale nei settori di testing, certificazione e consulenza ingegneristica, parte di un programma molto più ampio volto ad accelerare la crescita dell’idrogeno, come vettore energetico fondamentale per la lotta ai cambiamenti climatici.
Da quest’intesa di collaborazione nasce un gruppo di lavoro congiunto che ha l’obiettivo di studiare e testare la compatibilità con l’idrogeno di bruciatori industriali e altre apparecchiature in esercizio, avviando sperimentazioni e analisi in vari ambiti riguardanti questo vettore energetico, dalla produzione, allo stoccaggio e alla distribuzione.
Snam, sotto la guida dell’AD Marco Alverà, aveva già svolto delle sperimentazioni riguardanti l’introduzione di idrogeno nelle reti energetiche: nel 2019 l’azienda è stata la prima in Europa ad effettuare test di immissione di idrogeno nella rete di trasmissione del gas naturale, arrivando a toccare una percentuale del 10%. L’intesa Snam-Rina fa segnare è un potenziale passo in avanti per la diffusione e lo sviluppo dell’idrogeno verde da fonti rinnovabili: se generato tramite elettrolisi dell’acqua, infatti, questo gas può essere prodotto senza emissione alcuna di CO2 e offre il vantaggio di sfruttare le vaste infrastrutture già esistenti.

Come afferma l’AD di Snam Marco Alverà: 
“Con questo accordo uniamo le competenze di Snam e quelle di RINA per accelerare l’introduzione dell’idrogeno come nuovo vettore pulito per il sistema energetico e dare ulteriore slancio alla creazione di una filiera italiana. L’utilizzo di idrogeno verde nelle infrastrutture esistenti avrà un ruolo decisivo per abilitare la transizione energetica e raggiungere gli obiettivi climatici, creando al tempo stesso nuove occasioni di sviluppo economico, ora più che mai fondamentali. L’Italia e le sue aziende possono essere tra i leader internazionali in questo percorso”.

L’AD di Rina, Ugo Salerno, ha commentato:
“Siamo orgogliosi di poter collaborare con Snam per il progresso sostenibile del settore energetico. Sono convinto che l’idrogeno rappresenti in questo momento una delle migliori opzioni per ridurre le emissioni di anidride carbonica nel pianeta. Metteremo a disposizione di Snam le nostre competenze di ricerca e di certificazione dei materiali compatibili con l’idrogeno e tutto il nostro know-how nell’ambito delle analisi, degli studi e dei test per lo stoccaggio. Con questo accordo Snam e RINA scelgono di impegnarsi sin da ora per il comune obiettivo di contribuire concretamente al contenimento del riscaldamento globale”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano