19.4 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Smat aderisce a “M'illumino di meno”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Anche la Smat aderisce a “M’illumino di meno”, l’iniziativa lanciata dal programma radiofonico di Rai Radio Due Caterpillar per sensibilizzare in merito al risparmio energetico.
Venerdì 14 febbraio le insegne dell’azienda Smat e l’illuminazione della facciata d’ingresso della Ssde centrale di corso XI Febbraio e del Centro Ricerche, in corso Unità d’Italia, a Torino, resteranno spente.
«Un gesto simbolico – spiegano dall’azienda – che manifesterà l’adesione di Smat alla ormai celebre campagna di sensibilizzazione». Ma la Smat da molti anni persegue, in una logica di sostenibilità ambientale, «un’attenta gestione delle risorse e nell’ambito energetico ha conseguito, attraverso l’efficientamento dei processi produttivi e l’adozione di sistemi e tecnologie innovative, una sensibile riduzione dei consumi energetici».
La Smat in questi ultimi anni ha incrementato la quantità di energie autoprodotte anche da fonti rinnovabili: il 13% del fabbisogno complessivo di energia elettrica infatti è garantito attraverso l’autoproduzione di energia presso l’impianto di depurazione di Castiglione Torinese e grazie all’impianto fotovoltaico.
Inoltre «attraverso l’uso del biogas derivante dalla digestione anaerobica dei fanghi di depurazione, nel 2012, sono stati prodotti oltre 34.000 MWh di energia elettrica».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano