15.5 C
Torino
sabato, 4 Luglio 2020

“Signori ci siamo anche noi, disoccupati prima del Coronavirus”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Susanna De Palma
Susanna De Palma
Laureata in Scienze Politiche. Giornalista professionista dal 2009. Fin dagli anni del liceo collabora con alcuni giornali locali torinesi, come la Voce del Popolo e Il Nostro Tempo. Dal 2005, pur mantenendo alcune collaborazioni, passa agli Uffici Stampa:Olimpiadi 2006, Giunta regionale, Ostensione della Sindone. Attualmente giornalista presso l'ufficio stampa del Consiglio regionale Piemonte.

Decine di colloqui rimandati o annullati. La situazione, già di per sé non facile, dei disoccupati, si è ulteriormente complicata con l’arrivo dell’emergenza Covid-19.

Giovanni, 57 anni, papà di due bambine, una di 8 e una di 10 anni, è a casa, in cerca di un lavoro, dal 1° novembre 2019: “Questo periodo surreale, fuori dal tempo, faticoso, oltre alle tante disgrazie, tocca anche gente già poco fortunata professionalmente che si trova senza un impiego, come il sottoscritto. Avevo appena superato una selezione scritta in un’azienda e due giorni prima dell’avvio dei colloqui, ecco la mail dell’Ufficio del Personale con cui si  comunica che sarebbe stato rimandato tutto a data da destinarsi. Siamo incastrati in una bolla temporale in cui tutte le possibilità di reinserimento lavorativo, di invio dei curriculum, di partecipazione a candidature di vario tipo, sono sospese”. 

- Advertisement -

Questo periodo di fortissima crisi, con possibilità di assunzione pari allo zero, viene riconosciuto nel decreto Cura Italia? È stato ipotizzato di concedere ai disoccupati un lasso di tempo supplementare pari al periodo di durata di questa pandemia?

- Advertisement -

Ad oggi, scorrendo le tante e dettagliate misure a sostegno dei lavoratori sembra di no. Non sono previsti per i disoccupati ammortizzatori e percorsi per il reinserimento specifici, così come non è prevista alcuna proroga degli assegni di disoccupazione. L’unica decisione in merito riguarda l’estensione dei termini, da 68 a 128 giorni, entro i quali presentare la domanda di Naspi o Dis-coll (articolo 33 del dl 18/2020).  Tuttavia, restano sospesi per due mesi i termini per le misure relative all’assistenza per la ricerca attiva di un impiego.

La richiesta di aiuto di una categoria già da tempo incastrata nel vortice di una ulteriore difficoltà, non è sfuggita all’occhio del senatore del Partito Democratico Mauro Laus che, oggi stesso, ha provveduto a presentare un emendamento al testo di legge in cui si chiede di tener conto di quei soggetti la cui scadenza della disoccupazione cade proprio nei giorni attuali.

“L’impegno da parte del governo – precisa Laus – deve essere quello di non lasciare nessuno solo. Tutto  quello che non si è riusciti a recepire, per motivi di tempo, in questo primo decreto Cura Italia, faremo in modo che venga inserito nel prossimo decreto di Aprile, un decreto che prevederà comunque una misura economica importante e che darà risposte concrete a questa ed altre richieste di attenzione”.

 

Photo by Bethany Legg on Unsplash

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Coronavirus, una nuova ordinanza dalla Regione Piemonte

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio firmerà nelle prossime ore una nuova ordinanza. Dal 10 luglio sarà consentita...

‘Ndrangheta in Piemonte, Roberto Rosso ai domiciliari

Il tribunale del Riesame ha concesso gli arresti domiciliari a Roberto Rosso, l'ex assessore regionale del Piemonte in carcere a Torino dal...

Caso Ogr, Cirio: “Per martedì un incontro, troveremo soluzione”

A seguito delle polemiche sulla rilocazione del Covid Hospital inserito all'interno delle Officine Grandi Riparazioni,oggi Il il presidente della Regione Piemonte, Alberto...

Caso Ogr, Laus(PD): “E’ suicida l’idea di guardarle morire”

Il Senatore Mauro Laus del Partito Democratico chiede l'intervento di Regione e Comune per non lasciar morire le Officine Grandi Riparazioni, che...

Università Torino, stop borse di studio per gli “studenti violenti”

Niente borse di studio per gli universitari che sono considerati dei "violenti e facinorosi". Così è stato deciso da un provvedimento, definita...