19.5 C
Torino
martedì, 25 Giugno 2024

Si complica il “Caso Ream”: ecco la mail di Appendino che chiede di non iscrivere le somme a bilancio

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Andrea Doi

Il giallo Westinghouse-Ream si arricchisce di un nuovo capitolo che potrebbe avere conseguenze in altri uffici che non sono quelli comunali. L’Assessore Rolando aveva dichiarato più volte che Ream Sgr non intendeva richiedere in restituzione i 5 milioni di caparra versati al Comune nel 2012 per la riqualificazione delle Westinghouse, ma è stato smentito dalle lettere con cui il presidente della società reclamava le risorse (DOCUMENTO) e dalla risposta affermativa della stessa prima cittadina (DOCUMENTO).

Oggi un nuovo colpo di scena. In commissione controllo di gestione è stata presentata una lettera di segno opposto firmata dalla prima cittadina. Chiara Appendino scrive all’assessore al Bilancio Sergio Rolando, al direttore della Direzione Territorio e Ambiente Paola Virano e al direttore della Direzione Finanza Anna Tornoni, e per conoscenza al vicesindaco Guido Montanari, informandoli che «non è prevista al restituzione dei 5 milioni di euro anticipati da Ream Sgr». Giallo nel giallo è il logo in calce alla lettera: la carta intestata non è quella della Sindaca, ma quella di via Meucci, sede della divisione urbanistica della Città.

LEGGI DOCUMENTO

Il coupe de theatre arriva nella seduta della Commissione Controllo di gestione dove sono stati ascoltati i revisori dei conti che pochi giorni fa hanno dato parere con riserva sul bilancio di previsione 2017. Un parere che potrebbe addirittura essere rivisto al ribasso, poichè ai Revisori dei Conti non sarebbero arrivati tutti i documenti necessari per la relazione.

Il capogruppo Alberto Morano e il capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo sostengono che il caso Ream pesi sul bilancio per 35 milioni circa, che rischiano di complicare non poco il percorso di approvazione della manovra. Tra questi i 5 della Ream, i 18,5 milioni di debiti scaduti di Infrato e altri 11 della società controllata da Esselunga, la Amteco-Maiora, che si è aggiudicata l’appalto sulla Westinghouse, ma che ancora non avrebbe versato 11 dei 19 milioni per l’operazione, che a questo punto rischia di saltare.

lettereream2

 

LEGGI ANCHE:  “I 5 milioni a Ream sono dovuti”. Altra tegola sul Bilancio Appendino.

LEGGI ANCHE: “Bilancio, Revisori di Conti stroncano Appendino”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano