17.3 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

“Se quattordici euro vi sembran pochi…”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Diego Novelli
Ascoltando Enrico Letta quando spiega la legge di stabilità e la misura presa a favore dei lavoratori con la detassazione sulle buste paga mi fa tornare alla mente un’antica canzone che gli operai all’inizio del Novecento cantavano rivendicando la riduzione della giornata lavorativa: «Se otto ore vi sembran poche».
Dopo aver fatto il sorpreso di fronte alla cifra calcolata dai sindacati della reale riduzione fiscale in busta paga di quattordici miserabili euro mensili il nostro presidente del Consiglio ha assicurato che il Parlamento potrà emendare il provvedimento eliminando del tutto la riduzione delle tasse per i salari superiori a duemila euro mensili per favorire quelli inferiori. Si potrebbe così, se il Parlamento lo vorrà, alzare la cifra da quattordici a nientemeno che a venti euro mensili.
Sarà pure, come viene ripetuto a ogni piè sospinto, l’attuale governo un esecutivo di emergenza, visto il difficile se non drammatico stato della finanza pubblica ma, proporre una misura come la riduzione delle tasse di quattordici euro mensili per le fasce più deboli, ci pare veramente fuori dal mondo. È meglio niente piuttosto che offendere la dignità di questi lavoratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano