7.4 C
Torino
venerdì, 24 Maggio 2024

Salvini: “Il 2 giugno non è una festa di proprietà della sinistra”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Matteo Salvini segretario della Lega e già Ministro dell’Interno replica, ai microfoni della trasmissione radiofonica “Radio anch’io – Rai Radio 1”, a chi sta accusando il centrodestra di strumentalizzare la festa della Repubblica del 2 giugno, per le manifestazioni previste in cento piazze italiane. “Tricolori e senza simboli di partiti”, ricorda Salvini.

Una manifestazione criticata dal segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti: “Ma la festa della Repubblica cos’è proprietà della sinistra come il 25 aprile o il Primo maggio? Ci sono date che acquisite dalla sinistra? Dovremmo chiedere il permesso a qualcuno su quando portare in piazza gli italiani. Siamo ancora in democrazia.”, spiega Salvini.

“Noi porteremo in piazza le voci di chi non sta trovando risposte, attenzioni nei decreti di questi mesi. Più di due milioni aspettano la cassa integrazione, ci sono settori come il turismo dimenticati dai vari decreti. Ci sono tante proposte che noi raccogliamo. Non ci devono essere italiani di Serie A o di Serie B”, conclude Salvini

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano