9.7 C
Torino
sabato, 18 Maggio 2024

Ritorna la Dad e ritorna la protesta: studenti in piazza Castello contro la chiusura

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Anita, Lisa e gli altri studenti della media Calvino che prima di Natale avevano dato vita alla protesta contro la Dad si sono ritrovati questa mattina nuovamente in piazza Castello, davanti al palazzo della Regione Piemonte, per protestare contro il ritorno in Dad delle scuole medie e superiori di Torino. Con loro anche Maya, leader della protesta, del Liceo Gioberti e tanti altri ragazzi che nel frattempo si sono uniti.

“Chiudono le scuole, ma non ci dicono perché. Meglio un lockdown totale che chiudere solo la scuola. Avrebbe più senso”, dice Anita, la dodicenne che con il suo esempio ha ispirato la protesta contro la didattica a distanza in tutta Italia.

“I cosiddetti esperti dicono da un anno le stesse cose, ma nessuno ha niente e noi ci ritroviamo fuori dalle classi”, aggiunge Maya, studentessa 16enne del liceo classico Gioberti. “Certo che siamo arrabbiati – preosegue – Nella mia scuola non ci sono praticamente casi di Covid”. 

Intanto anche i genitori si stanno organizzando per nuove manifestazioni di protesta. Il comitato Priorità alla scuola dopo aver chiesto i dati a Cirio che giustificassero la chiusura, si sta ora attivando per garantire la frequenza a scuola dei ragazzi i cui genitori sono considerati lavoratori essenziali. 

“Dopo un anno siamo nella stessa situazione – afferma la portavoce del movimento Carola Messina- Poi il ministero smentisce se stesso: prima dice che i figli dei lavoratori essenziali possono seguire le lezioni in presenza e poi invece si rimangia tutto. Stiamo valutando anche di fare ricorso”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano