12.5 C
Torino
venerdì, 31 Maggio 2024

Revisori, Magliano: “Appendino difenda il buon nome di Torino”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Non convince il capogruppo dei Moderati Silvio Magliano il discorso della sindaca in Sala Rossa sulla vicenda delle dimissioni dei revisori dei conti. Appendino infatti non avrebbe detto nulla né di cosa pensa delle parole dei revisori né se e quali provvedimenti intende prendere per il buon nome del Comune di Torino.
«All’indomani delle dimissioni dei Revisori – afferma Magliano – accompagnate da parole di fuoco, che cosa intende fare la Città di Torino per tutelare se stessa e la propria immagine? Appendino elude questa fondamenta questione con un intervento in Aula talmente generico da non contenere in sé neppure un accenno di risposta».
Per il moderato, infatti, «i Revisori dimissionari hanno usato parole durissime, parlando di “pressioni ricevute” e di mancanza di collaborazione da parte dell’Amministrazione: quanto scrivono è vero oppure no? Se vero non è, che cosa aspetta la Sindaca a difendere il buon nome della Città di Torino rispondendo nelle sedi opportune e valutando per esempio l’opportunità di procedere con una querela? Invece, dall’Amministrazione arriva soltanto silenzio».
Magliano pensa soprattutto alla Città che deve, a sua detta, «uscire dalla vicenda a testa alta. Anche, ma non soltanto, alla luce del fatto che presto saranno sorteggiati i tre nuovi Revisori: il loro lavoro sarà particolarmente difficile anche per questioni “climatiche” e di atmosfera che sono facilmente comprensibili».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano