0.8 C
Torino
venerdì, 4 Dicembre 2020

Restano le transenne, la manifestazione contro Appendino si sposta davanti alla sede della Regione

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Stessa ora, stessa piazza, diverso angolo. La manifestazione contro l’amministrazione Appendino, in programma per sabato 10 novembre, resta confermata in piazza Castello. Ma non più dal lato della Prefettura, bensì di fronte alla sede della Regione Piemonte.
Lo deciso questa mattina il tavolo di lavoro del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza che si è svolto questa mattina in Prefettura e a cui ha preso parte anche la sindaca Chiara Appendino.
I problemi rispetto all’evento di sabato, lanciato nelle scorse settimane sui social e dal gruppo Facebook “Si, Torino va avanti” erano sorti dopo che il luogo scelto per il ritrovo era stato transennato per avviare i lavori di montaggio delle casette dei mercatini di Natale.
Una pura coincidenza visto che l’amministrazione comunale aveva fatto domanda per i lavori già a settembre, ben prima che si sapesse della manifestazione. Tuttavia qualcuno ieri aveva avuto il timore che la manifestazione, che sta raccogliendo molte adesioni da sigle e partiti oltre che da singoli cittadini, avrebbe potuto non svolgersi. Oggi invece la conferma che chi vorrà gridare il suo Si alla Tav e il suo No alla attuale amministrazione comunale potrà comunque farlo in piazza Castello, ma dal lato della Regione Piemonte.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

A Torino buoni spesa per le famiglie in difficoltà per il Covid dal 9 dicembre

Il Comune di Torino si prepara a distribuire nuovi buoni spesa per le famiglie in difficoltà a causa della seconda ondata Covid....

Covid, primo giorno di lavoro in Piemonte per i medici arrivati da Israele

I medici provenienti da Israele subito al lavoro in Piemonte per dare una mano contro il Covid nell'ospedale di Verduno.La delegazione medica...

Dpcm di Natale, Appendino: “Condivisibile nell’ottica di tutelare sicurezza”

“Non voglio commentare Dpcm che non sono ancora usciti, perchè in questo modo creiamo solo confusione nei cittadini, che hanno bisogno di...

ZTL sospesa fino al 9 gennaio

Prosegue la sospensione della Ztl a Torino. La sindaca Chiara Appendino ha firmato l'ordinanza che prolunga fino al 9 gennaio 2021 la...

Covid, in Piemonte test rapidi per il parenti degli anziani Rsa

Per le feste di Natale dalla Regione Piemonte i test rapidi Covid per chi va a trovare i parenti nelle Rsa del...