3.9 C
Torino
mercoledì, 2 Dicembre 2020

Colpi di Mazzeo al Tgr Piemonte

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Con un ritardo ventennale rispetto a una parte della carta stampata, e non senza qualche difficoltà, il nuovo caporedattore della Rai di Torino, Tarcisio Mazzeo, sta cercando di imprimere un nuovo corso alla sua redazione giornalistica.
Mazzeo, da un anno a Torino dopo aver guidato per diversi anni la sede di Genova, sembra voler puntare in sintesi sul ricambio generazionale, grazie anche ai numerosi nuovi ingressi degli ultimi mesi, e su una gerarchia più snella e più rigida. Mutazione che diversi quotidiani hanno già fatto fin dagli anni 90 senza clamore e che per tutte le aziende è pane quotidiano. In Rai però, dove nulla è più provvisorio del comando, un cambio di passo che rompe con la tradizione paludata e cencellizzata in tutti gli uffici, accompagnato da qualche provvedimento organizzativo considerato quanto meno sbrigativo, e altri poco attenti alle competenze maturate in anni di professione, rischia di diventare un boomerang.
E così il malumore montante di una parte della redazione, con continui scambi di mail dai toni preoccupati, e i conseguenti appelli al rispetto delle regole e del contratto, ha cominciato a varcare i muri di via Verdi. Il clima di tensione è venuto a galla anche in occasione dell’ultima assemblea un paio di settimane fa sulle decisioni relative a organizzazione del lavoro, orari e organici, che lo stesso Cdr ha segnalato al nuovo direttore Roberto Casarin in visita a Torino nei giorni scorsi.
Una parte dei giornalisti della testata regionale vive da separato in ufficio, altri abbozzano, ma l’umore non è dei migliori perché in queste turbolenze si acuiscono anche le tensioni interne alla redazione stessa, a cominciare dall’ennesimo scontro con uno dei vicecapiredattori, che tengono sempre in allerta il cdr, lo stesso segretario della Stampa subalpina Stefano Tallia, che è anche redattore sportivo della testata Rai, e che non possono lasciare indifferente l’Usigrai, il sindacato della tv pubblica, già in trincea  anche sulla mancata nomina di alcuni direttori di testata.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Covid, 64 decessi in Piemonte. Calano i ricoveri

Sono 64 i decessi di persone positive al test del Covid-19 registrati oggi in Piemonte. Questo il dato comunicato nel pomeriggio dall'Unita'...

‘Gli sguardi sul MOI’: noir e foto giornalismo raccontano la più grande occupazione d’Europa

Il 30 luglio del 2019 con lo sgombero dell'ultima palazzina terminava l'occupazione dell'ex MOI a Torino, quella che è stata definita la...

Federica Scanderebech passa a Forza Italia: “Torno a casa”

Una foto di lei bambina mentre partecipava ad un evento vicino a Silvio Berlusconi. Con questa voto che mostra sui social e...

Toni Algerini, ex Berloni Torino, batte il Covid: “Al Mauriziano non mollano mai”

"E' un virus subdolo e terribile, se ha messo in ginocchio persino me che sono un gigante". Ricoverato all'ospedale Mauriziano di Torino...

Folla nei negozi, più controlli e misure severe contro gli assembramenti

La folla che ieri si è riversata nel centro di Torino al primo giorno di apertura dei negozi del Piemonte in zona...