10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Regione, Tar rinvia a febbraio decisione su presunte firme false di Chiamparino

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Tutto rinviato a febbraio 2015, e più precisamente al 19. Questa è la “decisione” di non decidere espressa dal Tar del Piemonte sulla vicenda delle presunte firme false delle liste che appoggiarono la candidatura dell’attuale presidente della Regione Sergio Chiamparino.
Il dispositivo del tribunale regionale chiede a Patrizia Borgarello, l’esponente leghista che ha ricorso al Tar di notificarlo a tutti i consiglieri regionali del Piemonte eletti a maggio. Quindi anche quelli di centrodestra. Per farlo avrebbe 30 giorni, come 30 sono i giorni entro i quali l’ufficio elettorale dovrà depositare tutti gli atti relativi all’elezione di maggio.
Il primo a commentare la decisione del rinvio del Tar, è il governatore del Piemonte Sergio Chiamparino: «Esprimo il massimo rispetto per la decisione del Tar volta ad aquisire tutti gli elementi utili a perfezionare l’iter del procedimento».
Il ricorso era stato presentato come detto dall’ex consigliera provinciale torinese della Lega Patrizia Borgarello.
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano