14.9 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Ministro del Lavoro Poletti contestato a Torino da precari e studenti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Dura contestazione da parte degli studenti, dei precari e dei disoccupati torinesi per il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Durante l’incontro “Garanzia giovani” all’interno della manifestazione Io Lavoro al Pala Alpitour, gli universitari hanno espresso il loro pensiero sul Jobs Act tentando di raggiungere il tavolo dei relatori interrompendo proprio l’intevento del ministro.
Una studentessa di Filosofia, Maria Edgarda, è intervenuta al microfono: «Il Jobs Act è una farsa – ha detto – ci renderà ancora più precari e senza garanzie».
Il ministro Poletti ha provato a rispondere: «Con il Jobs Act vogliamo invertire la situazione attuale che vede l’85% dei contratti precari».
I contestatori hanno provato a distribuire un volantino dal titolo “Noi non siamo loro schiavi” ma nonostante il dibattito fosse aperto al pubblico c’è stata una severa reazione da parte dell’impianto di sicurezza.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano