8.1 C
Torino
domenica, 19 Maggio 2024

Referendum, un No per non ingannare gli italiani

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Marco Travaglio

Per votare No al referendum costituzionale del 4 dicembre, basta leggere un articolo a caso della cosiddetta “riforma” Boschi-Verdini.

I 139 articoli della Costituzione del 1948 sono chiari, sintetici, comprensibili a tutti, anche agli analfabeti (che, quando fu scritta, nell’immediato Dopoguerra, erano il 60% della popolazione). I 47 articoli della “riforma” invece sono scritti da analfabeti e incomprensibili a tutti, anche ai costituzionalisti, tant’è che l’ex presidente della Consulta Gustavo Zagrebelsky ha già annunciato che, se vincerà il Sì al referendum, smetterà di insegnare diritto costituzionale: non per ripicca, ma perché non trova le parole per tradurre in italiano la “nuova” Costituzione.

Leggi l’articolo integrale sul numero 11 del 15/11/2016 del mensile Nuovasocietà, in edicola e in abbonamento

travaglioreferendum

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano